Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Alchechengi - Physalis alkekengi - frutti T.T.

9,00
Non disponibile in magazzino
  • Pinterest

L’alchechengi è consciuto per i suoi fiori arancioni, ma sono noti anche gli usi in medicina naturale tra cui le proprietà: antiflogistico, sedativo della tosse, lassativo, diuretico, espettorante, febbrifugo, emolliente, antiflogistici, antipiretici, antitosse ed espettoranti.  Utile nel trattamento delle vie urinarie e delle malattie della pelle. Il frutto è lassativo, diuretico e fortemente emolliente. E' altamente raccomandato nelle febbri di vario tipo e nella gotta. Il frutto viene raccolto a maturazione completa e può essere utilizzato fresco, in succo o secco. Il calice deve essere assolutamente rimosso. Le foglie e i gambi sono febbrifughi e leggermente tonici. Sono utilizzati nel trattamento del malessere che segue la malaria e nelle persone deboli o anemiche. Le foglie fresche sono sempre state utilizzate esternamente per fare impacchi rilassanti, nel trattamento delle infiammazioni della pelle. Il seme è utilizzato nel trattamento di disturbi renali e della vescica. Ha effetti diuretici ed inibisce la gotta.. Un professionista specializzato nelle terapie alternative naturali possiede le competenze utili al caso.

L’alchechengio  è molto utilizzato nella realizzazione di profumazioni e nella fabbricazione di coloranti naturali.

Avvertenze: cautela nei dosaggi, in quanto, una dose eccessiva della pianta si dice possa favorire l’aborto nelle donne in gravidanza. Poiché l’alchechengio è tossico in tutte le sue parti eccetto la bacca interna, si sconsiglia vivamente l’auto-prescrizione: è sempre necessario rivolgersi a personale esperto, soprattutto quando ci si trova davanti a foglie e frutti acerbi

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto