Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Betonica erba T.T. (Stachys officinalis)

4,50
7 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Labiaceae

Nome latino: - Betonica officinalis, Stachys betonica

Parte utilizzata: parte aerea

Principi attivi: Flavonoidi in forma Glucosidica, Iridoidi, Tannini, Saponine, Resine,O.E.

Proprietà officinali:  Tutta la pianta contiene sostanze resinose, mucillaggini ed un principio amaro definito Betonicina C7H13N che avrebbe proprietà starnutatorie. Per quanto riguarda le attività terapeutiche la betonica era una volta il rimedio supremo per tutte le malattie della testa e infatti il suo uso come tonico è ancora ammesso. E’ utile nell’isterismo, nelle palpitazioni, nevralgie. Ha anche effetto astringente e infatti combinato con altri tonici e’ usato nella cura della dispepsia e pure in casi di reumatismi e nell’impurezza del sangue. La sua infusione produce un valido sostituto al the: ripropone lo stesso aroma e le stesse proprietà benefiche ma è privo invece di quelle negative. L’erba essiccata puo’ essere fumata anche come tabacco per alleviare i mal di testa.   Ha inoltre attività tintoria: e’ stato usata per tingere la lana di giallo.

Per uso esterno, ha proprietà vulnerarie atte a favorire la cicatrizzazione delle ferite che guariscono male, che sono infettate o in suppurazione. Quindi le foglie hanno principalmente attività stimolante, amara, eccitante del sistema nervoso e usate in infuso come tonico della funzione digestiva e come anticatarrali. La radice invece per uso interno puo’ determinare fenomeni di vomito e nausea accompagnati da una drastica azione purgativa.

Tossicità: la letteratura non segnala, ai dosaggi terapeutici, effetti secondari tossici. Si e’ riscontrato che nei raccoglitori di betonica si manifestavano stordimenti e vertigini a causa dei componenti della pianta.L’ingestione della pianta in quantità eccessiva puo’ provocare nausea e vomito.

Preparazioni: consultare sempre il proprio medico per dosaggi e praparazioni personalizzate

Per uso esterno, Ledere consiglia la decozione con 100 gr in un litro di vino: impacchi o compresse.

Per uso interno:

Infuso al 10%.; 2 volte al dì.

Polvere: 1-2 g, due-tre volte al dì.

Curiosità: Betonica, dal latino vere tonica, veramente tonica, con allusione alle proprietà della pianta; secondo Plinio deriverebbe da Vettonica, per il suo impiego presso i Vettoni, abitanti dell'antica Lusitania.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Brisighello
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto