Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Borragine sommità fiorite T.T. ( Borrago officinalis L.)

4.50
3 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Boraginacee

Nome botanico: Borago officinalis L.

Descrizione: La borragine è una pianta che cresce allo stato spontaneo nei Paesi Mediterranei. Proveniente dall'Europa e dal Nord Africa, è naturalizzata in molte parti del Nord America. E' annua,  alta da 15 a100 cm. con fiori blu a forma di stella

Parti usate: Fiori, sommità fiorite e semi.

Erbe sinergiche: Enotera e lavanda

Erba alternativa: Parietaria

Attenzione: Cautela nell'utilizzo continuativo dei fiori, in quanto contenenti sostanze con attività epatotossica. Nessun problema, invece, per l'utilizzo dei semi.

Proprietà: è ricca di minerali essenziali quali calcio e potassio, acido palmitico e tannini, e acidi grassi essenziali Omega-6 - acido gammalinoleico e acido linoleico, necessari a una corretta funzione cardiovascolare e a mantenere pelle e unghie sane. L'olio di borragine è stato usato per curare l'artrite reumatoide, eczemi, psoriasi, disfunzioni coronarie, pressione alta e colesterolo alto. Contiene, inoltre, mucillagine, alcaloidi pirrolozidinici, antociani, tannino, vitamina C Indicazioni: utile per aumentare la montata lattea nelle puerpere, l'olio aiuta a regolare gli ormoni e ad abbassare la pressione del sangue, i semi, ricchi di acido gamma linoleico, sono ottimi per la salute della pelle, la sindrome premestruale e le vampate in menopausa; stimolalle ghiandole surrenali, le rivitalizza dopo trattamenti con cortisone o steroidi. E' una pianta che ricostituisce l'energia del sistema nervoso, ottima per ridurre la febbre e ridare vitalità dopo una malattia; grazie al suo alto contenuto di minerali, agisce sul fegato e sui sistemi di disintossicazione grazie alla sua abilità di aumentare la secrezione di urina, e l'eliminazione di tossine e scorie attraverso le urine.

In cucina: La borragine è un'erba con un sapore simile a quello del cetriolo, spesso usata nelle insalate, nelle minestre e zuppe a cui aggiunge un sapore caratteristico, e per insaporire il té freddo e bevande di frutta. I fiori sono usati nelle torte e altre preparazioni dolciarie come guarnizione delicata e mantengono il colore dopo la cottura al forno. I fiori possono anche essere canditi o congelati in cubetti di ghiaccio per aggiungere un tocco festivo ai punch o ai drink freddi. Si possono anche semplicemente aggiungere freschi alle bevande. Gli antichi romani furono i primi a usare la borragine in questo modo, aggiungendola al vino.

Come tisana, la borragine ha un sapore ottimo e delicato ed effetti calmanti, che la rendono perfetta come tisana della buonanotte.

Curiosità: La parola Celtica "borrach" significa proprio "coraggio". Infatti la borragine, aggiunta al vino, veniva usata appunto anche dai Celti per dare coraggio ai guerrieri per affrontare i nemici in battaglia. La borragine incoraggia anche l'allegria. Era tradizionalmente usata per decorare le case per i matrimoni. Il nome gallese per la borragine, "llawenlys", significa infatti "erba della contentezza".

N.B. Queste indicazioni sono da intendersi come suggerimenti e non vogliono sostituirsi alla diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Brisighello
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto