Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Cardamomo - seme verde intero- (Elettaria Cardamomum W. M)

10.90
5 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia:  Zingiberacee

Nome botanico: Elettaria Cardamomum With. et Maton.

Descrizione: è una pianta perenne, alta fino a quattro metri, distribuita fra l'India e la Malaysia; ha fusto non legnoso, foglie strette ed allungate, rizoma sotterraneo che percorre il terreno in senso orizzontale e fiori gialli. Infatti, "Cardamon" significa crescione o nasturzio. E' nota come la terza spezia più cara al mondo (dopo zafferano e vaniglia). Le sue proprietà sono note: i semi di cardamomo essiccati erano utilizzati nella medicina Ayurvedica già in epoche antichissime e il loro beneficio era noto anche ai Greci e ai Romani. Oggi il cardamomo viene utilizzato sia a scopo terapeutico sia in cucina, dove oltre ad aromatizzare le pietanze, le rende più digeribili.

Parte utilizzata: frutti (semi).

Componenti: il componente principale del cardamomo è l'olio essenziale estratto dai suoi semi maturi, ottenuto mediante distillazione a vapore. L'olio contiene cineolo, limonene, borneolo e acetato di terpinile, ed è estremamente benefico. I suoi semi contengono oli saturi, amidi, proteine e zuccheri.

Erbe sinergiche: Galanga Genziana Genzianella

Proprietà: utile per accelerare il metabolismo, è d'aiuto per lenire le infiammazioni delle vie aeree e le infezioni urinarie. E' un valido rimedio contro disturbi digestivi quali nausea, vomito, flatulenza, indigestione e crampi addominali; l'olio essenziale contenuto, favorendo la produzione dei succhi gastrici, stimola l'appetito. Il cardamomo è ben noto anche contro la tosse, la raucedine e gli altri fastidiosi sintomi dovuti a raffreddamento o influenza Infine, svolge un'azione antidepressiva, efficace per allontanare la sensazione di stanchezza.

Indicazioni: dispepsie non infiammatorie, meteorismo, flatulenza, fermentazioni intestinali, cattiva digestione, aerofagia, eruttazioni.

Controindicazioni: non somministrare in gravidanza e allattamento, precauzioni nell'utilizzo, per via interna, dell'olio essenziale. Non impiegare il Cardamomo in presenza di disturbi cronici del tratto gastrointestinale: ulcera duodenale o gastrica, reflusso esofageo, coliti ulcerose,coliti spastiche, diverticolite.

Preparazioni:

Tisana digestiva: semi di cardamomo, menta, chiodi di garofano e cannella: un cucchiaino di spezie a persona. Infondere per dieci minuti.

Caffè speziato etiope: caffè crudo tostato a mano con semi di cardamomo, cannella e chiodi di garofano: un cucchiaino di spezie a persona. Infondere per dieci minuti.

Curiosità: Era conosciuto fin dai tempi dei Greci e dei Romani, che lo utilizzavano per produrre profumi. In India, il cardamomo è largamente utilizzato come antidoto contro il veleno sia di serpenti che di scorpioni. Secondo alcune fonti veniva usato anche come anti putrefattivo nella procedura di imbalsamazione. In Cina il Cardamomo è impiegato come carminativo, stimolante e contro le affezioni urinarie.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Minardi e figli S.r.l.
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto