Cerca per produttore

Cardiaca foglie T.T. (Leonorus cardiaca L.)

3.90
4 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Labiate

Nome officinale: Leonorus cardiaca L.

Descrizione: pianta erbacea da giardino, chiamata anche "coda di leone", ha i fiori rosa  le parti aeree sono quelle officinali; si impiega per tisane e tinture liquide. La Cardiaca era già conosciuta dai greci veniva nel medioevo coltivata nei monasteri.

Proprietà: utile all'apparato cardiovascolare, per tonificare il cuore, regolandone i battiti, come coadiuvante nella ipertensione, rafforza il muscolo cardiaco, allevia il dolore nelle forme lievi di angina, è anche benefica per l’apparato riproduttivo femminile, in quanto si rivela efficace in caso di dolore o ritardo mestruale, di amenorrea, e di tensione premestruale; ha azione sedativa generale, piu’ marcata a livello cardiaco ed una azione ipotensiva da vasodilatazione periferica. Utile contro la distonia neurovegetativa con ipereccitabilita’, insonnia, ansia, palpitazioni cardiache, dolore precordiale da eretismo cardiaco; disturbi della menopausa, vampate; ha una azione neurosedativa e cardiosedativa, indicata nelle tachicardie funzionali e come complemento nella terapia della ipertensione arteriosa e ipertiroidismo.

Indicazioni principali: Sedativo tachicardia, normalizzante dell'attività della tiroide.Rimedio del sistema nervoso, spesso usato in caso di palpitazioni. La cardiaca migliora il funzionamento del cuore. Antispasmodico e sedativo, favorisce il rilassamento senza provocare sonnolenza.

Componenti principali: Contiene alcaloidi, come la stachidrina, la turcina, leonurina, che esercitano una azione sulla funzione circolatoria riducendo l’iperstimolazione tipica degli ipertiroidei.

Erbe sinergiche: Amamelide, Biancospino, Melissa, Olivo, Valeriana Officinale, Vischio.

Controindicazioni: non assumere la cardiaca in gravidanza, o in allattamento, sconsigliata negli ipotesi e negli ipertiroidei. Gli elevati dosaggi della pianta, possono provocare diarrea, irritazione gastrica. Può interferire in concomitanza con una terapia cardiologica.

Preparazioniper dosaggi e preparazioni personalizzate, consultare sempre il proprio medico

Tisana: 2 cucchiaini per tazza di acqua bollente, 1 tazza al mattino e 1 tazza la sera.

Estratto Fluido: 35 gtt, 1-2 g più volte al giorno.

Tintura Madre: Preparata dalla pianta intera fresca tit.alcol.65°, 30 gtt 3 volte al giorno.

Curiosità: Nel XVII secolo, l’erborista Nicholas Culpeper affermava che “non esisteva pianta migliore della cardiaca per scacciare i vapori melanconici dal cuore, rinforzarlo e rendere lo spirito gaio”. Un secolo più tardi, l’erborista italiano Pierandrea Mattioli la reputava “utile per le palpitazioni e la tachicardia e gli spasmi". Rimedio del cuore e del sistema nervoso, spesso usato in caso di palpitazioni. La cardiaca migliora il funzionamento del cuore. Antispasmodico e sedativo, favorisce il rilassamento senza provocare sonnolenza.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto