Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Cardo mariano fruttii (Silybum marianum L. Gaertn)

3.90
Non disponibile in magazzino
  • Pinterest

Famiglia: Composite

Nome botanico: Silybum marianum (L.) Gaertn

Descrizione: pianta erbacea annua, che cresce in Europa meridionale e occidentale, Nord America e Sud America, presente dall'Uruguay al Cile all'Ecuador e Australia; ha i fiori color porpora, raramente di colore bianco. I semi di Cardo Mariano ( frutti) sono utilizzati da 2000 anni per i disturbi epatici, se ne ha una menzione da parte di Plinio nel I secolo. In Italia che cresce specialmente al Centro-Sud.

Parte utilizzata: le foglie ed i frutti, chiamati impropriamente semi, raccolti in luglio o agosto.

Principi attivi: flavonoide silimarina, tiramina, precursori dell´istamina, apigenina, silibonolo, acidi oleico linoleico miristico palmitico e stearico, principio amaro, mucillagine, tannini catechici, vitamine C E K, acidi organici, idroclorito di betaina.

Proprietà: tonico e rigenerante del fegato: utile in caso di malattie epatiche da alcolismo, consumo di droghe, epatite cronica, cirrosi epatica, itterizia, sensibilità a sostanze chimiche, esposizione a tossine industriali. Rigenera i tessuti del fegato danneggiati da tossine ambientali. Aiuta anche contro la fatica, la depressione e le allergie alimentari.

Erbe sinergiche: Alkekengi, Fumaria, Melissa, Pilosella, Rosmarino, Tiglio Officinale.

Controindicazioni: nessuna controindicazione alle dosi officinali consigliate, eccetto ipersensibilità individuale.

Avvertenze: usare con prudenza nei soggetti ipertesi,( per la presenza di tiramina), in gravidanza e allattamento. Può avere un blando effetto lassativo, dovuto alla stimolazione della cistifellea, ma è un problema temporaneo.

Preparazioni:

Tintura Madre: preparata dai frutti essiccati tit.alcol.65°, 30 gtt tre volte al giorno.

Tisana: Infuso di un cucchiaino di foglie per tazza, 15 minuti in acqua bollente. Bere tre tazze prima dei pasti.

Curiosità: era usato dalle puerpere europee per aumentare il loro latte materno. Le chiazze bianche sulle foglie rappresentano gocce del latte della Vergine Maria cadute mentre allattava il bambino Gesù. Da qui il nome "mariano". In passato veniva coltivato come ortaggio e ne venivano bollite le radici.I capolini sono ottimi sostituti di carciofi. Il nome Sybilum deriva dal greco ed è un termine usato da Dioscoride per indicare una pianta simile di aspetto al cardo.

N.B. Queste indicazioni sono da intendersi come suggerimenti e non vogliono sostituirsi alla diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Brisighello
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto