Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Centella asiatica erba T.T. ( Hydrocotyle Asiatica -L.) Ombrellifere

7,50
2 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Ombrellifere

Nome botanico: Hydrocotyle Asiatica

Descrizione: E’ una pianta originaria dei paesi tropicali (India, Madagascar). E'  erbacea, e  cresce in zone paludose e umide. E' rampicante, alta fino a 50 cm. Le foglie sono a forma di ventaglio; le infiorescenze si trovano alla base della pianta.

Componenti: Oio essenziale, vellarina, steroli, flavonoidi, polline, saponine triterpenoidi: asiaticoside, acido asiatico e madecassico, centelloside, bramoside, tankunoside, zuccheri, gliceridi, amminoacidi, polifenoli, tannini.

Proprietà: E’ particolarmente indicata per la prevenzione ed il trattamento dell'insufficienza venosa e delle sue complicanze. Agisce all’interno della struttura del vaso sanguigno, favorendo la sintesi di collagene da parte dei fibroblasti del tessuto connettivo, salvaguardando in tal modo la struttura e la tonicità delle pareti vasali.La centella accelera la cicatrizzazione delle piccole lesioni della cute, ed è indicata  anche per il trattamento della cellullite sia per applicazioni locali, sia per via generale. L'utilità della centella nel trattamento della cellulite è dovuta al fatto che l'estratto di questa pianta migliora la circolazione venosa capillare a livello cutaneo, la cui insufficienza è una delle causa principali dell'insorgenza della cellulite stessa.

Indicazioni: mastite e mastalgia, insufficienza circolatoria e venosa, flebite e vene varicose, emorroidi, ulcere varicose, dermatosi, fragilità capillare, (app.circolatorio), edemi e versamenti, cellulite.

Controindicazioni:  Evitare l'uso in gravidanza per possibile azione rilasciante la muscolatura uterina.

Attenzione: si possono verificare reazioni allergiche cutanee all’estratto di centella, dopo somministrazione per bocca o per applicazione locale, ma sono piuttosto moderate. (circa l'uno per cento). A dosi elevate può causare cefalea.

Erbe sinergiche: Erigeron, Frassino comune, Ippocastano, Pilosella, Pungitopo, Withania. 

Curiosità: Nella medicina tradizionale cinese e indiana la Centella è usata per raffreddore, insolazione, tonsillite, pleurite, infezioni epatiche e urinarie, itterizia, dissenteria, avvelenamento da funghi, scabbia, herpes zoster, lebbra, lupus, sifilide, tubercolosi e disturbi dermatologici. Secondo la tradizione il nome Centella deriva dal verbo centellinare e si riferisce, figuratamene, al fatto che la piccola pianta sorseggi, goccia a goccia, l’acqua delle zone palustri nelle quali vive.n India questa pianta ha la reputazione di apportatrice di "nuova giovinezza" perché favorisce la concentrazione e la memoria.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Brisighello
Hydrocotyle Asiatica -L.