Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Filtra prodotti Filtra prodotti

STOMACO

Stress e disturbi della digestione

Quando viene alterata una qualunque di queste fasi, si ha uno squilibrio che può provocare disturbi di vario genere, che possono interessare uno o più distretti dell'apparato digerente.

Generalmente i disturbi che ricorrono con più frequenza sono le infiammazioni della mucosa della bocca, la presenza di aria nello stomaco o nell'intestino (meteorismo), con flatulenza ed eruttazioni, l'acidità di stomaco, i rigurgiti acidi, la pesantezza gastrica o addirittura il dolore a carico dello stomaco, definito genericamente col termine di gastrite; se invece il dolore o gli spasmi interessano il colon, questo disturbo viene definito col nome di colite o di colon irritabile.

Questi problemi vengono accentuati dallo stress, quando esso risulti eccessivo, in quanto le funzioni digestive sono regolate dal sistema neurovegetativo, che è molto sensibile alle stimolazioni psichiche. Le reazioni psicosomatiche dell'apparato digerente sono espressione di uno stato di sofferenza emotiva e sono causate molto spesso da attività lavorative frenetiche, che non permettono il giusto tempo per il riposo, o da forti emozioni. Lo stress digestivo può essere causato anche da sbalzi di temperatura bruschi o da viaggi lunghi e faticosi, cioè quando il nostro organismo si deve adattare in tempi brevi a nuove situazioni.

Per quanto riguarda le infiammazioni della mucosa gastrica è noto che lo stress interviene in modo spesso massiccio nel favorire la gastrite (escludendo i casi di gastrite o ulcera causati da Elicobacter pilori), o nell'accentuarne i sintomi, che sono tipicamente difficoltà digestive, acidità, pesantezza allo stomaco, talvolta anche nausea e vomito, dolori addominali crampiformi continui, stips o diarrea dovute all'arrivo del cibo indigerito nell'intestino. La gastrite cronica dunque, e una certa quota di casi di ulcera, colpisce spesso persone emotive e soggette a stress.

I rimedi naturali

In Natura esistono molte piante in grado di intervenire sull'apparato digerente e correggerne il funzionamento: spesso si ottengono grandi risultati con il solo uso delle piante, e in ogni caso le preparazioni erboristiche, se non riescono ad essere risolutive, risultano comunque di grande valore come trattamento di sostegno, naturalmente affiancando accorgimenti fisici e dietetici, sempre indispensabili.

Vediamo quali piante, o sostanze naturali, possiamo utilizzare, a seconda del problema che ci affligge:

Per le afte un ottimo rimedio, rapido ed efficace, è senz'altro l'olio di Melaleuca (Tea Tree oil), che dà sollievo immediato al dolore provocato dall'afta e velocemente ne promuove la cicatrizzazione.

Anche la Propoli, sotto forma di colluttorio per sciacqui, o in soluzione idroalcolica per toccature locali, dà buoni risultati.

Per le infiammazioni dello stomaco si possono utilizzare diverse piante, in modo da contrastare l'infiammazione della mucosa, ma intervenire anche sul gonfiore, sull'acidità spesso presente, sui crampi dolorosi, eccetera.

Molto utili per le loro proprietà lenitive, antinfiammatorie e cicatrizzanti sono l'Altea, lo Zenzero, la Liquirizia, la Malva, la Melissa, l'Aloe vera, la Menta.

Per il problema dei gonfiori, gastrici o addominali, la fitoterapia utilizza con ottimi risultati il Finocchio, l'Anice, il Coriandolo, l'Anice stellato, il Cumino, il Cardamomo, eccetera, spesso miscelati ad una piccola quota di carbone vegetale: le piante citate riducono le fermentazioni e migliorano la digestione, il carbone vegetale fa da adsorbente verso gas già formati, contribuendo ad eliminarli con le feci. Anche il fungo Phellinus Linteus si è dimostrato in grado di alleviare questa sintomatologia.

L'uso di piante carminativeassociate al carbone vegetale è anche indicato in caso di ernia iatale, in quanto è molto utile per sgonfiare lo stomaco che, riducendo così il suo volume, più difficilmente tende a protrudere attraverso il diaframma.

Anche l'Argilla verde ventilata è utile come antiacido e cicatrizzante della mucosa dello stomaco, in caso di gastrite o ulcera, e dell'intestino in caso di colite o gonfiori. Sull'argilla non mi soffermo oltre, perché è stata trattata ampiamente in un precedente articolo.

Per la sindrome del colon irritabile la pianta di elezione è il Ficus carica gemmoderivato, che non è altro che l'estratto delle gemme del Fico selvatico, che dà risultati veramente sorprendenti. Esso agisce direttamente sulla pricipale causa del colon irritabile, lo stress e l'ansia, in modo mirato sull'apparato gastroenterico; infatti è benefico anche per la gastrite dovuta a somatizzazione viscerale dell'ansia.

Il Ficus va utilizzato a cicli di due mesi nei periodi più critici per questo

Quanto riportato, è tratto da materiale informativo di libera consultazione sul Web. Erborizsteria Sauro non è responsabile della diffusione di indicazioni che si rivelassero false o comunque non rispondenti a verità. Le indicazioni suggerite sono da intendersi come consigli e non vogliono né possono sostituirsi alla diagnosi del medico, che è opportuno consultare sempre, prima di decidere della propria salute.

31.90 28.00

Il corpo fruttifero conta diciannove aminoacidi liberi. Gli oligoelementi in esso contenuti: zinco, ferro, selenio e germanio integrano la nostra alimentazione e le ricerche hanno dimostrato che il germanio, isolato dai funghi, ha effetti antitumorali. Il selenio garantisce la protezione di ogni cellula dagli agenti inquinanti ambientali e dalle radiazioni UV Utile per rinforzare il sistema immunitario, contro allergie e intossicazioni, disbiosi intestinale, emorroidi, infiammazione della mucosa gastro-esofagea, reflusso, catarri bronchiali e infezioni batteriche. Hericium è una cura importante per la Psiche ed il Sistema nervoso Centrale e Periferico in caso di stanchezza, tensione, vuoti di memoria e di concentrazione. Risulta anche utile per ritardare l’invecchiamento cognitivo. Utile anche in caso di quadri clinici legati alla menopausa, stati ansiosi, depressione, insonnia, stress.

4 articoli

15.00
Coadiuvante in caso di: gastrite, ulcere delle mucose gastriche. Integratore alimentare.
3 articoli

19.50

Il silicio si trova in tutti gli organi e le strutture in cui vi è tessuto connettivo, quindi ossa, pelle e capelli, ma anche vasi sanguigni e polmoni. Si ritiene che esso svolga un ruolo importante, assieme ad altri meccanismi, nel legame incrociato delle fibre di collagene (fibre del tessuto connettivo). Oltre alle funzioni strutturali, il silicio svolge anche un ruolo importante nel metabolismo di ossa e cartilagini. Sono inoltre stati descritti effetti del silicio sul sistema di difesa proprio dell'organismo (sistema immunitario). I risultati di recenti ricerche mostrano inoltre che il silicio può ritardare e ridurre i processi di arteriosclerosi. Una particolarità del silicio attribuibile alla sua elevata capacità di assorbimento risiede però nel suo effetto antinfiammatorio, dimostrato in caso di uso sia esterno che interno.


18.00 16.20
Alimento utile in caso di: irritazione catarrale, bronchiti, raffreddamenti, tosse (anche fumatori), pertosse, vomito, inappetenza. Ottenuto da Licheni...
12 articoli

15.00
Integratore alimentare formulato con Aminoacidi e Vitamine a basso dosaggio,  indicati per esplicare azione biodisponibile ed effetti metabolico-reattivi. (sostituisce il trimatrix 17 non più prodotto dalla ditta); adatto per contrastare gastrite e ulcera gastrica.
3 articoli

33.00

Il Miele di Manuka è efficace nel trattamento dei seguenti disturbi: piede d'atleta, eruzioni cutanee, herpes, artrite, bruciature, sintomi da raffreddamento, mal di gola , ulcera, ferite ed abrasioni, acne, infezioni, reumatismi, herpes labiale, punture di insetti, psoriasi, pelle secca, reflusso gastrico completamente naturale e biologico, è un potente antibatterico, antivirale, antiossidante, antisettico, antinfiammatorio; se applicato su ferite, crea un ambiente asettico, che permette alle nuove cellule epiteliali di crescere, prevenendo le cicatrici.

2 articoli

13.50
utile  in caso di:processi infiammatori generali e localizzati, sindromi allergiche in generale, oculorinite allergica stagionale, asma bronchiale,...

15.00

Utile per la fisiologica soluzione di mal di testa e problemi gastrici o digestivi.

Composto da: Kalium muriaticum, Natrum phosphoricum, Natrum sulfuricum

3 articoli

14.00
INDICAZIONI: Catalizzatore di diversi processi nell'organismo, tra cui metabolismo dei carboidrati, degli aminoacidi e trasmissione di impulsi nervosi. CAUSE E SINTOMI DI CARENZA: Problemi alla digestione, disturbi nervosi, sensazione di bruciore ai piedi,debolezza muscolare, campi,disturbi di memoria e coordinazione,irritabilità, tachicardia, cadute di pressione.
6 articoli

15.00

Coadiuvante alla fisiologica risoluzione di fastidi gastrici.

5 articoli

10.00
L'alginato, quindi, é una fibra naturale “solubile”, non assorbibile, capace di assorbire fino a 200-300 volte il proprio peso di acqua, in grado di rigonfiarsi nel mezzo acquoso gastrico e dar luogo alla formazione di una massa gelatinosa ad alto grado di viscosità, inglobante il cibo ingerito, conferendo senso di sazietà se assunto prima dei pasti. Assunto dopo i pasti invece, per interazione con l’ambiente acido dello stomaco si ottiene una mucillagine ad alta viscosità che tende a galleggiare, evitando così la risalita del contenuto gastrico,(succhi gastrici acidi e bile), nell'esofago che provoca il cosiddetto “reflusso”, e al tempo stesso formando uno strato protettivo.

5.50

Per uso interno, si usa per soprattutto stimolare la digestione ed evitare alito cattivo, meteorismo, pesantezza post-prandiale e crampi gastrici. Per uso esterno: si può usare l’infuso della pianta, secca o fresca, per impacchi contro il mal di denti o contro la sindrome delle “gambe senza riposo”, con l’aggiunta di magnesio per via orale, oppure per alleviare il bruciore sotto i piedi, con l’aggiunta di vitamina B5. 


3.50

L'Avena sativa contiene composti che sono sia sedativi che calmanti per il sistema cerebrale e nervoso. Ottima in caso di insonnia, depressione, stress o per le mamme che allattano. Ottima in caso di convalescenza o per chi soffre di colite e gastrite o in caso di diabete è un ottimo alimento per il contenuto ridotto di zuccheri

3 articoli

11.40

Papaia e Liquirizia, utile per favorire le fisiologiche funzioni dell’apparato digerente e per contrastare il bruciore dovuto all'acidità di stomaco.

10 articoli

6.20 5.58

la Tabebuia possiede un’azione antiossidante simile a quello dell’Echinacea e del Ginseng e può essere utile per prevenire i tipici malanni che caratterizzano il cambio di stagione, come raffreddore e influenza. Utile anche per contrastare i processi di invecchiamento cellulare indotti dai radicali liberi. Comunque, anche se l’utilizzo più consueto della Tabebuia è quello contro le malattie da raffreddamento, che si attua con un processo di rafforzamento delle difese immunitarie, attraverso il medesimo processo si prevengono patologie diverse, come quelle intestinali ,indotte da germi patogeni. La Tabebuia può essere usata anche contro asma bronchiale, prostatite, diabete, infiammazioni midollari, morbo di Parkinson, reumatismi, artrite, vene varicose, problemi di pelle, anemia, arteriosclerosi. La fitoterapia moderna include possibili applicazioni anche in associzione a terapie convenzionali in caso di neoplasie, infiammazioni di bocca e gengive, cistite, prostatite, herpes, stomatiti, lupus.


4.00
Le infiorescenze e le foglie essiccate, possono essere destinate anche all'uso liquoristico e erboristico. Per quanto riguarda l’uso fitoterapico, la droga, costituita dalle sommità fiorite e dalle foglie, possiede diverse proprietà in particolare stimola la produzione di succhi digestivi, dà tono allo stomaco, rilassa i muscoli del tratto digestivo e migliora l’appetito. Grazie alla sua azione antinfettiva, antibatterica svolge un’influenza positiva contro la colite, gli spasmi e la flatulenza ed avendo proprietà neurotoniche ed una discreta attività analgesica, allevia i dolori mestruali, stimola il flusso mestruale e regolarizza il ciclo. E’ utile anche nella menopausa, perché contiene delle sostanze ormonosimili e contro la leucorrea. Sembra avere anche un effetto rilassante, quindi giova in caso di depressione ed ansietà, fortifica il sistema nervoso, agisce contro l’affaticamento mentale ed il mal di testa da stress. Per quanto riguarda l’uso esterno cosmetico dona lucentezza ai capelli, eliminando sia l’eccesso di sebo che mitigando la secchezza.
3 articoli

14.00
INDICAZIONI: Catalizzatore di diversi processi nell'organismo, tra cui metabolismo dei carboidrati, degli aminoacidi e trasmissione di impulsi nervosi. CAUSE E SINTOMI DI CARENZA: Problemi alla digestione, disturbi nervosi, sensazione di bruciore ai piedi,debolezza muscolare, campi,disturbi di memoria e coordinazione,irritabilità, tachicardia, cadute di pressione.
6 articoli

21.00
Questa svolge un ruolo fondamentale nelle multiple funzioni dell’organismo e, in particolare, nella depressione, nell’ansia, nell’umore e nel controllo dell’appetito
5 articoli

19.50
Prodotto con puri estratti concentrati 100% da agricoltura biologica tra cui: Carruba, Cotogno, Dioscorea, Barbabietola, Zenzero, Rooibos e...
4 articoli

5.00
A BASE DI MENTA DOLCE FOGLIE, ANICE VERDE SEMI, FINOCCHIO SEMI, MALVA FIORI BLU, MELISSA FOGLIE, CARVI FRUTTI. DELICATA COMPOSZIONE ADATTA PER UNA DIGESTIONE SENZA PROBLEMI
5 articoli