Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Filtra prodotti Filtra prodotti

SONNO E RELAX

Sintomi:

I disturbi del sonno sono piuttosto frequenti nella popolazione generale; si stima infatti che ne sia colpito il 20% circa degli italiani adulti, con prevalenza del sesso femminile e delle persone anziane. L'insonnia è una condizione che si riferisce all'esperienza soggettiva di riposo notturno inadeguato, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo (in poche parole si dorme poco e male).

Chi si sveglia tre o quattro volte per notte e ha qualche difficoltà ad addormentarsi, non è detto che soffra d'insonnia: difficilmente si dorme per sei od otto ore di fila e tre o quattro risvegli sono più che normali. Si può parlare di insonnia quando invece viene riportata una frequente difficoltà di addormentamento, risvegli notturni ripetuti e risveglio precoce al mattino con impossibilità a riprendere sonno; queste condizioni possono poi condurre a un peggioramento della vita di relazione, del lavoro e in generale delle attività quotidiane.

Le fasi del sonno

La necessità di ore di sonno varia da persona a persona ed è regolata dai ritmi circadiani, attraverso complessi meccanismi che originano dal nostro cervello. Normalmente, il sonno segue dei cicli di circa due ore, dove si alternano fasi di sonno profondo a fasi di sonno superficiale (fase REM); in una notte in cui si dorme per otto ore, si verifica in media quattro volte il passaggio dal sopore al sonno leggero, al medio, e al profondo. Le stesse fasi vengono poi ripercorse in senso opposto fino alla fase REM, caratterizzata dai sogni. L'ultima fase REM, invece, non è seguita dal passaggio al sonno leggero, bensì al sopore e infine alla veglia.

Dal punto di vista fisiologico, con l'avanzare dell'età, si assiste a una diminuzione della necessità di ore di sonno: questa è massima nell'infanzia e nell'adolescenza e comincia a declinare dopo i 60 anni. A partire da questa età, al diminuito bisogno di sonno si affiancano anche alcuni cambiamenti delle sue caratteristiche: esso diviene frammentato, più superficiale, e con periodi di veglia sempre più prolungati.

In rapporto alla presenza o meno di cause scatenanti, si possono distinguere due tipi di insonnia: insonnia primaria e insonnia secondaria.

Nel primo caso l'insonnia è l'unico disturbo in una sostanziale situazione di benessere fisico e psichico e non si riconosce una causa apparente.

Si parla invece di insonnia secondaria quando il disturbo è legato a cause note: depressione, ansia, malattie organiche, uso di sostanze come la caffeina, la nicotina, l'alcool ad alte dosi, situazioni ambientali e sociali stressanti, modificazioni del ritmo sonno-veglia (ritmi circadiani) come ad esempio il cambio di fuso orario o dei turni di lavoro. Anche alcuni farmaci possono provocare insonnia. In rapporto alla frequenza, si possono distinguere tre tipi di insonnia:

Insonnia occasionale

Ha una durata di norma di due o tre giorni ed è generalmente correlata a situazioni stressanti acute, come ad esempio il cambiamento di lavoro o un esame imminente, oppure alla presenza di un dolore fisico. E' possibile tuttavia che non si riconosca alcun evento scatenante. Solitamente questo tipo di insonnia non richiede un trattamento specifico, in quanto tende a scomparire spontaneamente.

E' l'insonnia che persiste da alcune settimane. Deve essere affrontata con tempestività, perché l'ansia di non riuscire a riposare può aggravare la situazione. Anche l'insonnia transitoria è generalmente correlata ad eventi stressanti (ad es. eventi luttuosi, problemi familiari), ma in questo caso si tratta di situazioni prolungate che mantengono il soggetto in stato di continua allerta.

Si parla di insonnia cronica quando il disturbo persiste da più di tre settimane, sembra non avere una causa apparente. Risulta spesso facilmente riconducibile a comportamenti di una cattiva ''igiene del sonno'' , ossia il rispetto di abitudini favorenti il sonno, o a disturbi psichici o una malattia fisica.

Come combattere l'insonnia

La valutazione complessiva dei disturbi del sonno deve innanzitutto condurre alla cura e alla risoluzione, quando possibile, delle eventuali cause scatenanti, e secondariamente mirare a migliorare la qualità di vita del paziente, attraverso un intervento comportamentale o farmacologico.

L'intervento comportamentale dovrebbe essere il primo a cui fare ricorso; secondo recenti studi, la cosiddetta ''igiene del sonno'' permette di ottenere risultati più protratti nel tempo di quelli ottenuti con la terapia farmacologica ed è in grado di migliorare del 70-80% la qualità del sonno di persone sofferenti di insonnia primaria.

Quando anche gli interventi educativi mirati a una corretta ''igiene del sonno'' non abbiano sortito alcun risultato, il medico potrà valutare l'opportunità di ricorrere a trattamenti farmacologici (generalmente benzodiazepine o altri farmaci come zoplicone, zolpidem e zaleplon).

Le cure naturali

Esistono numerosi rimedi naturali offerti dalla medicina alternativa: valeriana, camomilla, passiflora sono quelli che più frequentemente rientrano nei prodotti impiegati nell'insonnia. La melatonina, disponibile come integratore dietetico, viene proposta soprattutto quando l'insonnia è riconducibile a fenomeni di alterazione del ciclo sonno-veglia.

Questi prodotti, vista la minore incidenza di effetti collaterali, possono rappresentare una buona alternativa alle terapie farmacologiche o essere utilizzati nella fase di progressiva riduzione del dosaggio. Il ricorso alle terapie naturali tuttavia non deve avvenire in modo indiscriminato, in particolar modo durante la gravidanza e l'allattamento.

Segnaliamo un sito interamente dedicato  all'insonnia ed alle sue cause: gli interessati possono cliccare questo link e trovare uno studio di  Arianna Guerini:

www.sonno-migliore.com/

Da prpovare anche la tecnica del 4,7,8..

E’ stata definita “tecnica di respirazione 4-7-8” ed è un tranquillante naturale per il sistema nervoso che contribuisce a ridurre la tensione nel corpo. Bisogna prima di tutto espirare completamente con la bocca, poi respirare lentamente con il naso mentre mentalmente si conta fino a quattro. A questo punto bisognerà trattenere il respiro fino al sette. Infine, si dovrà espirare completamente attraverso la bocca per otto secondi e ripetere lo stesso ciclo per tre volte, per un totale di quattro respiri. A questo punto, tutti gli insonni saranno pronti per andare a dormire. Il dottor Andrew Weill ha dichiarato: “E’ assolutamente semplice, richiede pochissimo tempo, non servono attrezzature e può essere fatto ovunque”.

25.50
Pueraria mirifica non contiene glutine. E' conosciuta da tempo in medicina tradizionale per le sue proprietà officinali, ma è solo recentemente che il suo estratto è salito agli onori delle cronache ed è iniziato ad essere inserito come ingrediente di prodotti erboristici ed integratori
10 articoli

9.50
Il  triptofano  è un aminoacido essenziale, non sintetizzato dal corpo umano, precursore della serotonina (La serotonina è un neurotrasmettiore...
17 articoli

22.00

Ha un effetto riequilibrante di depressioni lievi e moderate. I primi studi che utilizzavano la Griffonia per influenzare l'umore risalgono agli anni Cinquanta. Inoltre, è risultata anche efficace contro la depressione stagionale, facilitando il sonno e contenendo l’ansia, che può procurare fame nervosa, soprattutto nei confronti di carboidrati.

5 articoli

34.90

Il Ganoderma Lucidum è impiegato per il supporto in più di venti patologie, che vanno dall’emicrania, ipertensione, artrite, nefrite, diabete, ipercolesterolemia, perdita calpelli, allergie, a importanti problemi cardiovascolari, neurodegenerativi, prostatite e cancro. Negli ultimi anni si stanno moltiplicando gli studi sulle proprietà antitumorali del Reishi. La sua assunzione nella terapia antitumorale è finalizzata a ridurre gli effetti collaterali della chemio e radio-terapia, al prolungamento della sopravvivenza ed al miglioramento della qualità di vita dei pazienti; alla riduzione dei rischi di metastasi; alla prevenzione dell’incidenza e delle recidive della malattia. Queste proprietà sono dovute all’azione delle innumerevoli sostanze bioattive in esso contenute.

 

6 articoli

39.90

Tradizionalmente, cordyceps viene utilizzato come stimolante e adattogeno - in caso di stress.

il Cordyceps principalmente nel trattamento dell’asma ed altre affezioni bronchiali. Ora la moderna ricerca avvalora l’efficacia di questi antichi utilizzi e ha dimostrato ulteriori proprietà: è dimostrato che questo fungo esercita una benefica azione antiaffaticamento, migliora la funzione respiratoria e cardiaca, modula il ciclo sonno-veglia, contribuisce ad abbassare il colesterolo totale e i trigliceridi (grassi neutri), e aiuta il dimagrimento, supportando la normale mobilizzazione di grasso. Si dimostra importante in caso di cirrosi, epatite cronica e sub-cronica, nonché le patologie correlate più diffuse. Uno studio clinico ha dimostrato un miglioramento pari 51% dell’insufficienza renale cronica, dopo un solo mese di integrazione dietetica. In Germania alcuni ricercatori hanno riportato che nei soggetti affetti da cancro il Cordyceps aumenta la reattività generale del sistema immunitario e ha potenziato la risposta degli anticorpi, svolge una funzione protettiva contro i radicali liberi e presenta importanti proprietà antiossidanti.Infine, il Cordyceps ha dimostrato di ottimizzare la libido e la qualità della vita di donne e uomini, di contrastare l’infertilità ed accrescere il conteggio e la sopravvivenza degli spermatozoi.

10 articoli

15.00
New Era N. 6 - KALI. PHOS. - Kalium Phosphoricum - (fosfato acido di potassio) sale tissutale - named   Caratteristiche distintive : viso di...
2 articoli

31.90 28.00

Il corpo fruttifero conta diciannove aminoacidi liberi. Gli oligoelementi in esso contenuti: zinco, ferro, selenio e germanio integrano la nostra alimentazione e le ricerche hanno dimostrato che il germanio, isolato dai funghi, ha effetti antitumorali. Il selenio garantisce la protezione di ogni cellula dagli agenti inquinanti ambientali e dalle radiazioni UV Utile per rinforzare il sistema immunitario, contro allergie e intossicazioni, disbiosi intestinale, emorroidi, infiammazione della mucosa gastro-esofagea, reflusso, catarri bronchiali e infezioni batteriche. Hericium è una cura importante per la Psiche ed il Sistema nervoso Centrale e Periferico in caso di stanchezza, tensione, vuoti di memoria e di concentrazione. Risulta anche utile per ritardare l’invecchiamento cognitivo. Utile anche in caso di quadri clinici legati alla menopausa, stati ansiosi, depressione, insonnia, stress.

6 articoli

16.95
bevanda priva di caffeina, teina e tannini Prodotto al 100% con piante da agricoltura biologica, Karoo® è una bevanda priva di caffeina, teina e...
3 articoli

15.50 12.50
Integratore alimentare a base di Aminoacidi e Vitamine a basso dosaggio del gruppo B, triptofano, asparagina e fenilalanina che può dimostrarsi utile nei periodi di maggior stress e stanchezza, contrastando soprattutto la stanchezza nervosa e favorendo un fisiologico relax.
3 articoli

15.50

L’alto stress è probabilmente il fattore principale che causa la malattia cronica e l’invecchiamento prematuro. Fortunatamente la natura ci fornisce una risposta a questa sfida una categoria unica di fitoprodotti denominati “adattogeni”. Gli adattogeni possiedono la più vasta gamma curativa di qualunque altro fitoterapico, ma il loro valore straordinario è che essi in modo specifico attenuano la risposta dell’organismo agli eventi stressanti. Gli effetti principali degli adattogeni sono, una aumentata disponibilità, una riduzione di impatto delle sensazioni stressanti, una aumentata resistenza, una maggiore prontezza mentale ed un sonno profondo e veramente riposante. Inoltre gli adattogeni accelerano significativamente il processo di recupero dopo una malattia.

5 articoli

13.00
Combinazione di piante officinali, utile per favorire il riposo notturno
14 articoli

4.50

Pianta utile come diuretico, antispasmodico, come equilibratore del sistema nervoso. Per uso esterno la pianta può essere impiegata per combattere le dermatosi e le affezioni della pelle in genere. Usata anche contro le verruche.

Tra le piante tintorie è conosciuto per il colore giallo

2 articoli

13.00

estratto idroalcolico 40°: Acqua pura microfiltrata, Alcool etilico biologico 96 °, biancospino foglie e fiori - Crataegus monogyna (Jacquin). Utile quale coadiuvante per le virtù note: ipotensivo, sedativo, antispasmodico, ipnotico, digestivo, lenitivo, cardiotonico.

10 articoli

13.00
Tradizionalmente impiegata per contrastare stati ansiosi. Non provoca sonnolenza, ma presa la sera prima di coricarsi, facilità il sonno.
5 articoli

16.00

Ha notevoli proprietà antivirali ed è considerato un ottimo tonico nervino. Si utilizza nell’influenza (molto potente), per tutti i virus respiratori, nella mononucleosi e nell’insonnia (libera il naso e facilita il sonno). Nel caso di influenza, i risultati migliori si ottengono con l’assunzione interna dell’olio (prescritta da un medico). Può essere utile nell’edema e per stimolare il drenaggio delle tossine. Chakra di riferimento: Attivo sul 6° Chakra

 

1 articoli

7.50

In fitoterapia, si considera utile nei casi di: depressione, insonnia, tensione nervosa, ipertensione, palpitazioni, tachicardia. E’ soprattutto usato in campo profumiero, sia per la sua nota caratteristica che per la sua elevata capacità fissativa. La qualità “extra” si impiega per elaborare profumi e eau de toilette importanti, (è l’albero dai cui fiori è nato il profumo Chanel N.5), le qualità più commerciali si utilizzano in cosmesi e nella preparazione di saponi. Si usa anche nella preparazione di elisir, dentifrici, in miscela con altre essenze, per bevande e dolci ad aroma fruttato.

2 articoli


9.90
Psyche Notte INDICAZIONI:  Integratore alimentare a base di Melissa e Valeriana, utili a conseguire uno stato di rilassamento Compresse a...
6 articoli

12.90
NDICAZIONI: Mg400® è un integratore alimentare a base di Magnesio in forma organica (Magnesio lattato), Vitamina B6, Niacina e Biotina. Il Magnesio contribuisce alla normale funzionalità muscolare ed al mantenimento di ossa e denti normali. Il Magnesio, la Niacina e la Vitamina B6 contribuiscono a ridurre stanchezza ed affaticamento. Il Magnesio, la Niacina, la Vitamina B6 e la Biotina contribuiscono al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione psicologica.
3 articoli

17.00
Puro concentrato di Amarena selvatica biologico, concentrato di Mandarino biologico, concentrato di Pera biologico, estratto...
2 articoli