Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Filtra prodotti Filtra prodotti

PROSTATITE

La prostata è una ghiandola parte integrante del sistema riproduttivo maschile,  deputata alla produzione del liquido prostatico, dotato di azione antibatterica ed utile per aumentare motilità e resistenza degli spermatozoi.  La prostatite è una condizione di infiammazione di questa ghiandola, a volte  delle aree circostanti. Si tratta di una situazione piuttosto fastidiosa e dolorosa, che non sempre ha tuttavia riflessi sintomatici. Non è infatti raro che il paziente possa essere affetto da prostatite infiammatoria asintomatica: in questo caso, non avvertirà alcun sintomo, ma la condizione potrà comunque essere diagnosticata durante il compimento di esami medici eseguiti per altre patologie del tratto urinario o riproduttivo. Può causata dai batteri che popolano normalmente l’intestino crasso e che possono colonizzarla dopo essere risaliti attraverso l’uretra  Oppure può insorgere per diffusione diretta o linfatica, di batteri patogeni del retrostante tratto rettale. Oppure può essere una complicanza di infezioni locali, come uretrite o cistite.

REGIME ALIMENTARE

Ad un adeguato apporto idrico, andrà associata una dieta non irritante, mirata alla riduzione del consumo di alcol, caffè, cibi speziati, insaccati, frutti, frutta secca, zucchero raffinato e non eccedere nelle bevande di agrumi. Usare spesso il bicarbonato di sodio. Inoltre, non dovrebbero mancare:

  • Semi di zucca: sono ricchi di fitosteroli e isoflavoni, che possono prevenire l’iperplasia prostatica benigna, una condizione che spesso è concomitante alla prostatite.
  • Spinaci: contengono Vitamina E e beta-carotene, combinazione che può ridurre il rischio di problemi alla prostata
  • Pomodori (crudi e soprattutto cotti): contengono licopene, un carotenoide importante per la protezione della prostata
  • Soia, i cui principi attivi sono simili a quelli dei semi di zucca. Nei paesi asiatici, dove i prodotti di soia si mangiano più frequentemente, ci sono pochissimi uomini con problemi di prostatite o tumore alla prostata.

FITOTERAPIA

Uno tra i rimedi più indicati è l’Uva ursina, utilizzata in estratto secco incapsulato (3-4 capsule al giorno lontano dai pasti, in un bicchiere d’acqua in cui sarà sciolto del bicarbonato di sodio) oppure in estratto idroalcolico nella misura di 30 gocce 3 volte al giorno lontano dai pasti. ): i principi attivi delle sue foglie le consentono di agire come antisettico e antinfiammatorio dell’apparato urinario e della vescica in caso di cistite, uretrite e prostatite. E’ inoltre utile per tutte le infezioni legate all’ipertrofia prostatica.

Altro rimedio è l’Echinacea , che allieva i sintomi delle prostatiti batteriche, stimolando il sistema immunitario. Si  assume in estratto idroalcolico, dalle 20 alle 35 gocce in base alla concentrazione del preparato, oppure in compresse, una dose  2-3 volte al giorno dopo i pasti, protraendo la cura per almeno 20 giorni. 

Anche il macerato glicerico
di Vaccinum vitis idaea, per l’azione antinfiammatoria e antibiotica sulle vie urinarie. Si assumono 50 gocce disciolte in acqua, da una a tre volte al giorno prima dei  pasti, per 45 giorni.

Il the verde può aiutare, perché contiene epigallocatechina gallato, sostanza che ha effetti positivi sulla salute della prostata ed anche la soia è ricca di fltosteroli e isoflavoni, principi attivi che prevengono le infiammazioni.

Non dimentichiamo Il fungo Enokitake: Uno dei suoi componenti antiossidanti è l'ergotione,  un amminoacido solforato naturale che si ritiene coadiuvante per il benessere della prostata.

Utile anche la seguente tisana, da bere nella misura di tre tazze al giorno, lontano dai pasti.

  • Gramigna rizoma g 15
  • Uva ursina foglie
g 10
  • Mais stimmi g 15
  • Equiseto g 10
  • Verga d’oro fiori. G 15
  • Frassino foglie g 15

Portare a bollore 200 – 250 ml di acqua, introdurre un cucchiaio da minestra raso della miscela di piante.  A fuoco spento, lasciare riposare 10-12 minuti coperto. Poi filtrare e bere appena intiepidito.   

Inoltre, per quanto attiene le 5 leggi Biologiche del dott. Hamer, alleghiamo un link interessante:

PROSTATA E 5 LEGGI BIOLOGICHE

N.B. Queste indicazioni sono da intendersi come suggerimento per l'utilizzo del prodotto e non intendono sostituirsi alla diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.