Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Filtra prodotti Filtra prodotti

PSORIASI

DESCRIZIONE SINTOMI:

La psoriasi è una malattia infiammatoria DEFINITA "cronica" della pelle, una delle più comuni forme di dermatite cronica nel mondo. Può presentarsi a qualunque età, ma è più comune dai 10 ai 40 anni, e in particolare al momento della pubertà e della menopausa. La più diffusa, chiamata «volgare in placche», è caratterizzata da lesioni cutanee, placche rossastre di varia grandezza e desquamanti che compaiono soprattutto su gomiti, ginocchia, cuoio capelluto, volto o addirittura su tutta la superficie corporea.

Le lesioni guariscono senza lasciare cicatrici e senza disturbare la crescita dei peli. Non è contagiosa. Nonostante il nome significhi "condizione pruriginosa", il prurito non è sempre presente. Sembra essere una patologia a carattere ereditario: infatti è possibile riscontrare, all'interno di un nucleo familiare, più soggetti psoriasici, ma la sua eziologia a tutt'oggi è ancora sconosciuta: i dati a disposizione sembrano indicare una origine polifattoriale: conseguenza di lesioni, infezioni, stress, alcolismo, reazioni allergiche di varia natura. Da non sottovalutare anche le cause psicosomatiche: la pelle rappresenta il nostro “ponte di comunicazione” verso il mondo esterno: quando non si è in grado di portare alla luce traumi rimossi, la pelle esprime i nostri conflitti desquamandosi: il rossore delle placche psoriasiche è indice di aggressività, mentre il prurito manifesta la nostra rabbia.

Anche emozioni negative, l'ansia o la paura, intese come sensazione di inadeguatezza ai cambiamenti che la vita impone, possono acuire la patologia.

CURE E TRATTAMENTI NATURALI:

Pomata uso esterno a base di: Viola del pensiero, Lavanda, Bardana, Cardo Mariano, Parietaria, Crescione e cera d'api:

Tisana di Bardana, Cardo mariano, Parietaria, Rosa canina, Zafferanone e Uncaria: da bere due o tre volte al giorno. Secondo la formula del dott. John Pagano, utile la tisana mattutina di Olmo Rosso Canadese, seconda corteccia, e Zafferanone Giallo Amercano in fiori, (Cartamo).

Cedrus Libani MG 1 DH: questo gemmoderivato manifesta proprietà eudermiche utili contro dermopatie secche, anche intensamente pruriginose. Sono da assumere 50 gocce due volte al giorno, prima dei pasti principali, diluite in un bicchiere d'acqua.

Fermenti probiotici, senza lattosio;

Vitamine A e D, Cromo Selenio e Zinco;

Integratori alimentari in grado di fornire all'organismo sostanze alcalinizzanti, (Calcio, Magnesio, Potassio, Ferro, Manganese e Sodio).

Aloe Arborescens o Vera, in polpa, succo o capsule, che svolge un'azione depurativa, penetrando nel tessuto cellulare, eliminando le cellule morte, favorendo la ricrescita di quelle nuove;

Olio di Borragine: esercita una azione rigeneratrice ed elasticizzante della pelle secca ed infiammata.

Sali di Schuessler “Silicea”: si rivela utile contro processi tissutali cronici, suppurativi ed a lenta risoluzione.

SILICEA gel e capsule

Tisana depurativa profonda “formula di Essiac”, a base di Olmo rosso canadese, Bardana, Rabarbaro, Acetosella, Trifoglio, Piantaggine e Frassino: da bere due o tre volte al dì.

Fiori di Bach contro l'ansia e la frustrazione: per la scelta della composizione floreale personalizzata è indispensabile un colloquio personale preventivo.

Trattamento osteopatico: con una manipolazione della colonna vertebrale effettuata da un osteopata, si può contribuire al miglioramento della psoriasi quando sia inclusa, fra le cause scatenanti, la sublussazione della colonna: il meccanismo d’azione è quello di ripristino della giusta posizione delle vertebre e dei nervi spinali che, se schiacciati dall’irregolare posizione delle vertebre, influiscono sull’integrità delle pareti intestinali e dello stomaco.

ALIMENTAZIONE:

L'alimentazione gioca un ruolo fondamentale per alleviare i sintomi della psoriasi:quindi, è consigliato assumere molti vegetali contenenti fibre, per agevolare il transito intestinale, (carote, cavolfiore, lattuga, sedano), nonché pectina, (mele), pesce, (contenente Omega 3 e 6), lecitina di soia e moltissima acqua, essenziale per l'eliminazione delle tossine accumulate nel fegato e nei reni. Ridurre drasticamente il fumo, l'alcol ed il consumo di carni rosse.

se vuoi approfondire un punto di vista diverso (NUOVA MEDICINA GERMANICA -HAMER) clicca qui

Le indicazioni qui riportate sono da intendersi come suggerimenti e non vogliono né possono sostituirsi alla diagnosi del medico, che è opportuno consultare sempre, prima di decidere della propria salute.

Le informazioni sono tratte da ricerche bibliografiche e Web.

Se necessitate di un consiglio per una personalizzata scelta sinergica di rimedi, telefonate allo 0457050061, tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:30 alle 19:00 oppure scriveteci. cliccando qui.