Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Filtra prodotti Filtra prodotti

REUMATISMI

I reumatismi sono spesso considerati disturbi articolari generici e di poca importanza. Sono in molti a pensare che siano manifestazioni  “normali” a una certa età, che inevitabilmente insorgono mano a mano che passano gli anni. Oppure che siano una conseguenza di un uso improprio delle articolazioni, magari a causa dell’attività professionale o della pratica sportiva.

Che cos’è

In realtà, il termine “reumatismi” comprende oltre cento malattie reumatiche estremamente diversificate per natura, sintomi e complicanze, che riguardano prevalentemente l’apparato muscoloscheletrico (articolazioni, ossa, tendini, legamenti, capsule articolari, muscoli ecc.), ma che in molti casi possono interessare anche altri organi e tessuti, come il cuore, i vasi sanguigni, i polmoni, i reni, la pelle, l’intestino, gli occhi ecc.

In relazione alle strutture principalmente interessate, i reumatismi vengono distinti in “articolari” ed “extra-articolari” (anche se, spesso, la malattia reumatica può danneggiare contemporaneamente più tessuti con diversi livelli di gravità), mentre in relazione al meccanismo d’insorgenza si riconoscono forme reumatiche “infiammatorie” e forme reumatiche “degenerative”.

In aggiunta, esiste un gruppo estremamente variegato di malattie reumatiche legate ad alterazioni endocrino-metaboliche, a malattie ereditarie del tessuto connettivo, a neoplasie, a malattie neurologiche e neurovascolari, alla sarcoidosi o ad alcune malattie del sangue.

Il reumatismo articolare di tipo degenerativo più diffuso è l'artrosi che colpisce principalmente colonna vertebrale, mani, spalle, anche, ginocchia e piedi. Mentre le principali forme reumatiche infiammatorie comprendono

Artriti croniche infiammatorie
•  Artrite reumatoide
•  Artrite psoriasica
•  Spondilite anchilosante


Connettiviti
•  Lupus eritematoso sistemico (LES)
•  Connettivite indifferenziata
•  Sclerodermia
•  Sindrome di Sjögren
•  Polimiosite-dermatomiosite

Polimialgia reumatica

. Vasculiti
•  Wegener
•  Churg-Strauss
•  Arterite di Horton
•  Behçet

Artriti da microcristalli
•  Gotta
•  Pseudo-gotta (condro-calcinosi)
•  Artriti conseguenti a infezioni

Le forme reumatiche extra-articolari più comuni sono, invece, rappresentate da:

•  tendiniti
•  Periartriti
•  Borsiti
•  Sindromi dolorose miofasciali
•  Fibromialgia

A soffrire di malattie reumatiche infiammatorie sono soprattutto le donne, interessate da queste condizioni più degli uomini probabilmente per ragioni di natura ormonale non meglio precisate. L’età, invece, aumenta la probabilità di essere interessati da malattie reumatiche degenerative (in particolare, l’artrosi), ma non da malattie reumatiche infiammatorie (artrite idiopatica giovanile, spondilite anchilosante, sindrome di Behçet ecc.), che possono manifestarsi anche nei bambini e nei giovani adulti per ragioni diverse a seconda dello specifico disturbo considerato.

Cause dei dolori reumatici

Essendo un gruppo estremamente variegato di patologie, anche le cause che determinano le malattie reumatiche sono molto differenti nei diversi casi.

L’insorgenza delle forme infiammatorie è, di norma, legata a una reazione immunitaria anomala che innesca un processo infiammatorio locale e/o sistemico nel quale le cellule del sistema immunitario (in particolare, i linfociti) aggrediscono specifici tessuti (articolazioni, muscoli, tessuto connettivo ecc.) liberando potenti mediatori dell’infiammazione (citochine), che danneggiano i tessuti stessi e causano i sintomi caratteristici della malattia (variabili in funzione dell’organo/struttura bersaglio).

Nonostante intense ricerche abbiano permesso di precisare numerosi dettagli di questo processo immunomediato, a oggi, nella stragrande maggioranza dei casi, non sono noti i fattori iniziali che lo innescano. Tra le possibili cause scatenanti sono stati presi in considerazione infezioni virali o batteriche (in particolare da Streptococco), traumi, stress, esposizione ad alcuni vaccini o a agenti ambientali di vario tipo, ma informazioni precise e affidabili a riguardo continuano a mancare, salvo in pochi casi.

La probabilità di sviluppare una malattia reumatica infiammatoria è legata a una predisposizione su base genetica, che può essere favorita da fattori esterni in grado di indurre un’alterazione della risposta immunitaria nei confronti di sostanze normalmente presenti nell’organismo. Tuttavia, il fatto di avere una familiarità per una particolare malattia reumatica (genitori, fratelli, nonni, zii affetti) non significa che la si svilupperà a propria volta.

Nelle forme degenerative croniche come l’artrosi, il danno articolare deriva essenzialmente dallo sbilanciamento nel metabolismo della cartilagine, che si assottiglia e deteriora, esponendo le superfici ossee a un maggior sfregamento ed erosione. Nelle forme più gravi e avanzate questo fenomeno induce secondariamente un processo di riparazione reattiva anomala da parte delle superfici articolari, che porta alla formazione di speroni ossei (osteofiti), che alterano la struttura articolare deformandola visibilmente.

Una forma reumatica tipica dei bambini è la “febbre reumatica” (“reumatismi nel sangue”) che può insorgere come complicanza di una faringotonsillite batterica o altre infezioni da Streptococco del gruppo A non curate correttamente. Oltre ai sintomi tipici dell’infiammazione articolare acuta, la febbre reumatica può causare danni permanenti al cuore, in particolare alle valvole cardiache, e/o portare allo sviluppo di insufficienza cardiaca. Una terapia antibiotica con penicillina, tempestiva e protratta per diversi anni (in genere, fino all’età di vent’anni), riduce notevolmente questi rischi ed è indispensabile per la prevenzione di possibili recidive.

 Rimedi utili per alleviare la patologia possono essere l'Ampelopsis Veichii (gemmoderivato), il MSM composto e Acido ialuronico (ora estratto di bamboo naturale), e il nuovo spagirico GORGONIO, utile anche per forme di artrite e di rialzo termico.

Queste note, tratte da letteratura specifica in ambito erboristico, non intendono sostituirsi alla diagnosi del proprio medico. Il laboratorio Sauro declina ogni responsabilità in caso di uso improprio del prodotto.

 
16.50
Oltre al ruolo principale nei processi di ossigenazione dei tessuti, il ferro esercita un'importante azione nell'ambito del sistema innumitario, attivando le naturali difese dell'organismo nei confronti di agenti patogeni e sostanze tossiche. Interessa particolarmente mucose, muscoli, milza, midollo osseo, sangue, intestino (soprattutto i villi intestinali). Efficace contro la vitiligine, associato con Vitamina C, bioflavonoidi, MSM e platanus Orientalis, per una cura protratta di 2-3 mesi; interessante supporto contro couperose e capillari fragili insieme con Vite Rossa.
3 articoli

6.00

L'Andrographis risulta avere una duplice azione: a bassi dosaggi svolge un'azione immunostimolante che può essere utile come prevenzione mentre a dosaggi più elevati si accentua la sua azione antinfiammatoria. Utile contro l'artrite reumatoide. E’ un tonico amaro, coleretico, immunostimolante, epatoprotettivo, antipiretico, antinfiammatorio, antipiastrinico, antiossidante, antielmintico, antivirale.

7 articoli

15.00
Nei soggetti carenti, si riscontra una sintomatologia che riguarda soprattutto o muscoli, il sistema nervoso, i globuli rossi, l'apparato gastroenterico. Le patologie relative migliorano col calore e con l'ingestione di bevanse fredde; peggiorano con l'ingestione di cibi grassi e molto elaborati e col rumore.
2 articoli

4.50

Attività principali: azione diuretica. La radice ed il rizoma sono considerati suscettibili di favorire l'eliminazione renale di acqua Sono i saponosidi ed i flavonoidi a conferire alla pianta proprietà diuretiche e depurative: infatti determinano un'azione irritante a livello dell'epitelio renale con aumento della secrezione urinaria. Proprietà officinali: utile sollievo in caso di cistite, litiasi e di forme reumatiche.

8 articoli

12.00
 INGREDIENTI (Sostanze funzionali): Estratti di Piantaggine 2%, di Rusco 2%, di Bambù 1%, olio di Borragine 1%, mix di oli essenziali...
3 articoli

33.00

Il Miele di Manuka è efficace nel trattamento dei seguenti disturbi: piede d'atleta, eruzioni cutanee, herpes, artrite, bruciature, sintomi da raffreddamento, mal di gola , ulcera, ferite ed abrasioni, acne, infezioni, reumatismi, herpes labiale, punture di insetti, psoriasi, pelle secca, reflusso gastrico completamente naturale e biologico, è un potente antibatterico, antivirale, antiossidante, antisettico, antinfiammatorio; se applicato su ferite, crea un ambiente asettico, che permette alle nuove cellule epiteliali di crescere, prevenendo le cicatrici.

1 articoli

15.00
Da secoli l'olio di Iperico o di San Giovanni è considerato un topico vulnerario da usare contro scottature e ustioni,eritemi solari, piaghe, ulcerazioni anche specifiche,slogature,dolori reumatici,sciatica,punture di insetti. Secondo alcuni Scienziati, l'unto di San Giovanni"diminuisce i sintomi dolorosi a seguito di un'azione anestetica locale,leggera ma costante;modera le reazioni infiammatorie;protegge i tessuti danneggiati senza compromettere la vitalità' e senza determinare ritenzione ne' suppurazione dei liquidi espulsi; favorisce la ricostituzione del tessuto epidermico"
1 articoli

13.50
La soluzione naturale per il dolore. Una nuova forma di zolfo in combinazione con principi vegetali e prodotti ittici e di origine animale, la cui efficacia è stata riscontrata sulle articolazioni attraverso l'uso costante
61 articoli

13.00
Dalla tradizione delle valli svizzere (Appenzello), un preparato molto utile e per questo utilizzata da secoli, nei casi di artrosi, artriti, reumatismi, e oggigiorno, indicato anche in casi di gomito del tennista. Il burro di capra è un prodotto naturale: applicandolo sulle parti interessate, si avverte un benefico calore

14.00
Favorisce fisiologicamente la peristalsi intestinale. L'oligoelemento Argento interviene efficacemente nei casi di intestino pigro causato dalla...

12.00 10.00

Utile in caso di acidosi tissutale e dolori reumatici.

 

2 articoli

10.00

E' ampiamente usato in fitoterapia per sostenere le difese immunitarie, in quanto aumenta la produzione di globuli bianchi; contro i vermi intestinali, essendo in grado di eliminare gli ascaridi, la tenia e gli ossiuri; contro dolori muscolari, reumatici, sciatica ed i muscoli indolenziti dopo l'attività sportiva data la sua azione analgesica;in caso di astenia psicofisica, perché stimolante; contro le affezioni delle vie respiratorie, in quanto antisettico; in caso di ansia e insonnia, perché favorisce il rilassamento emotivo. Essendo un eccellente germicida, viene impiegato nella preparazione di dentifrici e collutori, in sciroppi e pastiglie contro la tosse e, in campo estetico,viene utilizzato contro acne e foruncoli perché svolge un’azione antisettica.. L’industria alimentare lo utilizza nella preparazione di salse e condimenti ed in prodotti conservati, soprattutto carni. Nel settore profumiero si usa nella preparazione di saponi, detergenti e lavande. Per questi scopi si preferisce utilizzare l’olio bianco


17.90 8.95

L'infiammazione che sostiene le forme dolorose cronico-recidivanti richiede una regolazione per consentire il completamento delle fasi di ristrutturazione dei tessuti interessati, in caso di tendiniti, strappi, forme reumatiche acute. Gli estratti di Capsicum frutescens, gli oli essenziali di rosmarino, salvia e lavanda esplicano un'azione analgesica, antinevralgica e revulsivante. Le tinture madri di Chamomilla e Ribes Nigrum modulano l'infiammazione e promuovono l'eliminazione dei cataboliti acidi residuali alla flogosi. Le tinture madri di Iperico, Ginkgo biloba e Ginseng migliorano l'irrorazione tissutale e sostengono la fase trofica, necessarie alla riparazione della lesione.


10.00

INDICAZIONI: Mal di testa di varia origine e nevralgie. Il miglioramento compare entro trenta minuti.

USO: due opercoli al bisogno, nei casi lievi solo un opercolo. Nelle cefalee con sintomi premonitori, è conveniente assumere il preparato ai primi sintomi; la somministrazione può essere ripetuta dopo quattro-sei ore, fino a tre-quattro volte al dì.

Avvertenze: Si sconsiglia l’uso in gravidanza e durante l’allattamento. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni. Non superare la dose giornaliera consigliata. Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata.

3 articoli

13.00
Utile in caso di affezioni infiammatorie, batteriche e virali (influenza), abbassamento delle difese immunitarie, reumatismo articolare acuto e cronico, artrosi, patologie del fegato e vie biliari.
4 articoli

15.50

Utile in caso di problemi articolari e piccoli traumi.Debolezza degli arti, crampi, dolori reumatici, congestione, rigidotà dei muscoli, slogature stiramenti, ematomi

3 articoli

7.50

Il Balsamo di Tigre è considerato un rimedio di origine vegetale. Il prodotto risulta estremamente efficace, in quanto il dolore passa in tempi abbastanza ridotti e dà anche una piacevole sensazione di calore.

2 articoli

21.50
Il prodotto spagyrico è un composto di Sali della Perla e fiori di Calendula. Queste vibrazioni energetiche di colore arancione appartengono all’elemento acqua e sono di natura fredda.
9 articoli

10.00

usi: l’olio essenziale di Niaouly è prevalentemente impiegato nell’industria fitoterapica, miscelato con l’estratto di Gaultheria, Canfora, Mentolo, per la preparazione di pomate antireumatiche, caramelle e pastiglie per la tosse e disinfettanti del cavo orale, collutori e dentifrici

3 articoli

38.00 35.00
Fitocannabinoidi
10 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri