Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Filtra prodotti Filtra prodotti

ACNE ROSACEA

L’acne rosacea è una malattia infiammatoria cronica che colpisce la pelle e talvolta anche gli occhi. Tra i suoi sintomi si evidenziano rossore, eruzione cutanea e, in fase più avanzata, ispessimento della pelle. Nella maggior parte dei casi l’acne si limita a colpire il viso e, le categorie più a rischio, sembrano essere: donne (soprattutto durante la menopausa, persone di carnagione e capelli chiari, adulti dai 30 ai 60 anni. Oltre ai problemi cutanei, la rosacea può provocare, seppur raramente, manifestazioni oculari (es. blefarocongiuntivite) e cheratite.

Pur assumendo a volte un aspetto acneico si differenzia dall'acne essenzialmente per l'età di insorgenza e per l'assenza di comedoni. Le donne ne sono colpite più degli uomini, (però l’individuo maschio può sviluppare quadri clinici di maggiore importanza), a volte ne sono affetti più componenti della stessa famiglia. Va ricordato che la rosacea non è una malattia contagiosa, né la sua insorgenza è determinata da una scarsa igiene. Qualsiasi agente che induca  la dilatazione dei capillari del volto può favorire l’insorgenza della rosacea. Una volta che i capillari perdono la loro elasticità, riducono la capacità di vasocostrizione e rimangono definitivamente dilatati.

I fattori scatenanti variamo da individuo ad individuo: stress, alcol, caffè, cibi speziati o grassi, allergie alimentari, carenze nutrizionali (soprattutto vitamine del gruppo B), squilibri ormonali, stipsi, temperature estreme, esposizione a luce solare forte o vento.  Le affezioni cutanee in genere rivelano problemi digestivi: i soggetti affetti da rosacea mostrano scarsi livelli di acido cloridrico nel succo gastrico, il che provoca cattiva digestione e proliferazione di batteri. Quando affiorano pustole e macchie rosse, significa che il corpo tende a buttare fuori le tossine che l’apparato digerente non è in grado di eliminare.

SINTOMI: arrossamento lungo naso, guance, fronte e mento; pustole rosse o segni cicatriziali.

PRIMO INTERVENTO - DISINTOSSICAZIONE: prima di tutto, è bene disintossicare l’organismo: si consiglia un semi digiuno di tre giorni, durante il quale si consumeranno solo cibi liquidi, frullati o succhi, tisane disintossicanti e diuretici. Bene anche la Zeolite, se l’infiammazione generale è dovuta anche all’assunzione di medicinali importanti per lungo tempo.

TRATTAMENTO DIETETICO: si consiglia di ABBONDARE nell’assunzione di cibi crudi allo stato naturale,(frutta secca, semi, noci e germogli), che contengono enzimi agevolanti la conversione dei cibi in nutrimenti, soprattutto oligoelementi, necessari alla salute della pelle. Si consigliano inoltre germe di grano, lievito di birra, semi di lino, pesce di mare, riso integrale, avena, pane integrale, (a patto di non essere intolleranti a qualcuno di questi alimenti). Gli ALIMENTI DA EVITARE comprendono soprattutto cibi speziati, caffeina e teina, zucchero raffinato e sale iodato (questi ultimi dilatano i vasi sanguigni).

 Un altro approccio interessante sulle possibili cause va ricercato nel "sentito" di chi ne soffre: ovvero un evento vissuto come "molto imbarazzante" e svalutativo

La pelle secondo le 5 leggi biologiche

ALCUNI RIMEDI NATUROPATICI:

Genziana lutea radice, Decotto tre tazze al giorno, oppure gocce, 10-15 gocce estratto idroalcolico 15 minuti prima dei pasti:

Complesso vitaminico gruppo B: una-due capsule al giorno, pari a 50 mg

Vitamina B12 da 400 a 800 microgrammi via sublinguale al giorno

Probiotici: assumere un prodotto con almeno 4 miliardi di organismi attivi 2 volte al giorno

Cimifuga Racemosa: per le donne, migliora l’equilibrio ormonale;

Reishi (Ganoderma lucidum) 2 compresse al giorno o diversamente a seconda della tipologia  in uso:la dose ottimale sarebbe di 800 mg di estratto al giorno

Gel di Aloe Vera o Aloe di Padre Zago: rinfrescante e antinfiammatorio

Sali di Schuessler complesso D New Era: purificatore della pelle.

Aromaterapia: collocare sulla pelle del viso una pezzuola fresca (mai calda) imbevuta di olio essenziale di Lavanda, per ridurre calore e gonfiore e contemporaneamente inalare prfondamente il profumo per un effetto rilassante.

Fiori di Bach: per chi prova vergogna della pelle rovinata, è di giovamento Crab Apple; per le persone irruenti va bene Impatiens, per la tolleranza; per chi dispera di trovare una cura efficace, Gorse gli restituirà la speranza..

Quanto riportato, è tratto da materiale informativo di libera consultazione sul Web. Erborizsteria Sauro non è responsabile della diffusione di indicazioni che si rivelassero false o comunque non rispondenti a verità. Le indicazioni suggerite sono da intendersi come consigli e non vogliono né possono sostituirsi alla diagnosi del medico, che è opportuno consultare sempre, prima di decidere della propria salute.