Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Ciliegio peduncoli - Ciliegio - (Prunus cerasus L.) Rosacee

6.50
Non disponibile in magazzino
  • Pinterest

Famiglia: Rosacee

Nome botanico: Prunus cerasus L.

Descrizione: è un arbusto alto dai 2 agli 8 metri con chioma piramidale e foglie dalla lamina di 5-8 cm e picciolo di solo tre centimetri. Il ciliegio, rispetto al clima, è poco esigente; esso cresce in qualsiasi zona,dalla Sicilia alle Alpi. E' una delle piante da frutta piu' resistenti al freddo; infatti la temperatura diventa mortale per il ciliegio solo se giunge a trenta gradi sotto zero. Inoltre, esso si adatta alla maggior parte dei terreni; teme soltanto il terreno troppo umido.

Parti officinali usate: peduncoli dei frutti.

Componenti: acido malico, sali di potassio, flavonoidi, tannini, vitamine A e C, polifenoli.

Proprietà: diuretico, depurativo, drenante.

Indicazioni: i peduncoli del ciliegio acido sono considerati un sedativo delle vie urinarie. Sono utili anche in associzione a terapie convenzionali, come diuretico, contro cistiti, insufficienze renali, reumatismi gottosi, cellulite.

Controindicazioni: non sono stati segnalati effetti indesiderati:

Preparazioni. Decotto: far bollire 30 grammi di peduncoli del frutto, per trenta minuti, in un litro di acqua. Il decotto va consumato in giornata per  una efficace azione diuretica.

Curiosità: l'albero proviene dal Medio Oriente, dalle regioni dell'Armenia e del Caucaso. Si dice che l'abbia portato in Italia il generale romano, Lucullo, raccogliendone una pianta a Cerasonte, città dell'Asia Minore, e trapiantandola nei suoi giardini ,circa 65 anni prima di Cristo. Ma questo dato contrasta con altre testimonianze e con reperti archeologici: solo 120 anni dopo la sua presunta introduzione in Italia da parte di Lucullo il ciliegio era già presente in Britannia e si ritrovava diffuso spontaneamente in tutti i boschi d'Europa. E' probabile, quindi, che l'introduzione del ciliegio in Europa sia databile a periodi precedenti: anzi, il ritrovamento nelle palafitte di alcuni insediamenti svizzeri e francesi di noccioli di ciliegio anticipa la data alla preistoria. Il legno del ciliegio viene usato per produrre violini.

I noccioli di ciliegio:  hanno la proprietà di assorbire il calore o il freddo e di rilasciarlo molto lentamente, pertanto vengono usati per confezionare "cuscinetti" dai molteplici usi: Il cuscino riscaldato nel forno a microonde alla temperatura di 600w per un minuto per lato, oppure su altra fonte di calore, può essere usato come una borsa dell'acqua calda, per riscaldare la culla di un bimbo piccolo, come impacco caldo per migliorare l'ingorgo del seno durante l'allattamento o per impacchi contro dolori articolari, torcicolli, cervicali, coliche addominali, geloni. All'imbottitura di noccioli di ciliegio possono essere aggiunti oli essenziali, in modo da consentirne anche un uso aromaterapico. Il cuscino di noccioli, raffreddato nel congelatore per un paio d'ore, protetto da un un sacchetto di plastica, può essere usato come una borsa del ghiaccio: per rinfrescare il capo in caso di febbre alta, per massaggi alle gambe, per alleviare contusioni, pruriti, distorsioni e insolazioni. Utile anche per contrastare l'afa estiva.

 

I NOSTRI CUSCINETTI DISPONIBILI QUI

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Brisighello
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto