Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Crisantello americano - (Chrysanthellum indicum subsp. Afroamericanum - Asteracee)

8,50
7 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Asteracee

Nome botanico: Chrysanthellum Indicum subsp. Afroamericanum.

Parte utilizzata: sommità fiorite.

Descrizione: Il Crisantello è una piccola pianta che nasce spontanea nei terreni poveri e silicei nelle zone montane dell'Africa e dell'America meridionale.E' costituito da uno stelo gracile, foglie alterne, fiori giallo-arancione raggruppati in piccoli capolini.

Componenti: Flavonoidi,Triterpeni, acido caffeico e clorogenico, olio essenziale, sesquiterpeni, diterpeni.

Proprietà:   coleretico, epatoprotettore, capillaro-protettore, antiflogistico, antitrombotico, analgesico

Indicazioni: coadiuvante nella cura della litiasi renale, vasoprotettivo, antiaggreganei piastrinico e coadiuvante nella cura di colesterolo, trigliceridi e steatosi e cirrosi epatica.

Uso: si ritrova anche nelle Antille, dove viene chiamata "la piccola pianta che pulisce", facendo un chiaro riferimento alla sua azione drenante epatobiliare. Nelle ipercolesterolemie da stasi, la terapia media è di 20 giorni al mese per alcuni mesi, da ripetersi poi in primavera e in autunno, (di 2 capsule +2 ai pasti principali per passare poi ad 1+1).Nelle dispepsie epatobiliari, con nausea, vomito, gonfiore addominale ed astenia, tre capsule da 400 mg. venti giorni al mese per tre mesi, da ripetersi durante l'anno all'occorrenza. Nell'etilismo la durata del trattamento è la stessa ma la posologia è più elevata. Nella malattia calcolosa renale lo schema sarà di 20 giorni al mese, (tre capsule al giorno da 400 mg), in fase di attacco per tre mesi, nella fase di prevenzione dieci giorni al mese per sei mesi.

Avvertenze: può provocare nausea e cefalea. In questo caso assumere il prodotto a stomaco pieno.

Controindicazioni: controindicato in caso di gastrite e ulcera o ipersensibilità individuale.

Erbe sinergiche: Cardo mariano.

Incompatibilità: acido ascorbico, farmaci antinfiammatori non steroidei.

Curiosità: Nel nord della Nigeria le foglie vengono mescolate con l'Henné per tingere le unghie (Dalziel 1937); in altre regioni la pianta intera è usata per fare dei cataplasmi destinati ad ottenere la maturazione di foruncoli e ascessi (Carpenter 1225) o viene anche usata come febbrifuga nei bambini.

N.B. Queste indicazioni sono da intendersi come suggerimenti e non vogliono sostituirsi alla diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Brisighello
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto