Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Erba medica - Alfa alfa - parti aeree T.T. (Medicago sativa L.) Leguminose

3,90
2 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Leguminose

Nome botanico: Medicago sativa L.

Descrizione: è una pianta erbacea originaria dell'Asia sud-occidentale, diffusa in Italia prevalentemente in Emilia-Romagna, Lombardia, Marche, Veneto. La pianta è costituita da numerosi steli, alti fino a un metro, che si sviluppano dal cespo, le foglie sono trifogliate, i fiori di colore azzurro-viola, i frutti un legume a spirale contenente da sei a otto semi. Teme il freddo ed è invece molto resistente al caldo secco.

Parti usate: parte aeree

Componenti: calcio, potassio, fosforo, protidi, clorofilla, vitamine C, K, B, B2, B6, D, provitamina A, saponine, steroli, principi estrogeni, una cumarina, cerebrosidi (a struttura simile a quella del cervello umano), flavoni e isoflavoni, alcaloidi.

Proprietà: grazie alla sua ricchezza in vitamine, aminoacidi e minerali, viene impiegato come corroborante nella fatica fisica e nei disturbi che derivano da un'alimentazione insufficiente. La pianta è considerata, infatti, particolarmente utile nell'astenia fisica e mentale come fortificante, rimineralizzante e stimolante.

Indicazioni: utile contro l’astenia fisica e mentale e la menopausa. Indicata in caso di convalescenza, inappetenza, carenze di vitamina K e osteoporosi.

Controindicazioni: da non somministrare a soggetti predisposti al lupus.

Uso in cucina: le foglie si possono consumare crude o cotte come verdura, mentre i semi vengono fatti germinare e usati per insaporire insalate. Le foglie possono essere usate come il the. E' noto anche il miele di erba medica, particolarmente delicato.

Erbe sinergiche:  Avena, Cimifuga racemosa, Ortica, Salvia officinale, Trifoglio dei prati.

Preparazioni: per dosaggi e preparazioni personalizzate, consultare sempre il proprio medico

Tisana corroborante:Infondere per dieci minuti un cucchiaino di erba in una tazza d'acqua. Bere tiepida, due o tre tazze al dì.

Collutorio contro l’alitosi: un cucchiaino di erba per tazza; infondere per 15 minuti e sciacquarsi la bocca due o tre volte al dì con il preparato.

Curiosità: pare che questa pianta sia stata introdotta dall’Oriente in Europa dai soldati di Alessandro il Grande, nel 470 a.C. circa. In Italia giunse tra il 200 ed il 150 a.C. e gli scrittori latini ne esaltarono le qualità. In seguito durante il periodo delle invasioni barbariche, la sua coltivazione in Europa fu abbandonata, tanto che in Italia rimase quasi sconosciuta fino al 1500, quando venne reintrodotta con semi importati dalla Spagna, (da qui il nome volgare di "erba Spagna"), dove fu nuovamente diffusa dagli Arabi. Il suo nome di genere, Medicago, deriva da Media, antica regione della Persia, da cui si ritiene sia originaria. E’ conosciuta anche come “alfa-alfa”, (dall'arabo al-fal-fa ", padre di tutti i cibi"). É una fonte commerciale di clorofilla, carotene e vitamina K.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci

Produttore:
Brisighello
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto