Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Ipersensibilità e tristezza - Floriterapia ragionata -

Alcuni bimbi o ragazzi provano un complesso di inferiorità o di sudditanza rispetto ai compagni di classe. Sono taciturni, apparentemente forti e coerenti, non creano problemi ai genitori, ma la loro remissività è dovuta a incapacità di dar sfogo alle emozioni, oppure voluta per godere dell’approvazione degli adulti. In realtà sono apprensivi, ipersensibili alla luce forte, ai rumori, ai rimproveri, alla vita sociale. Nascondono i conflitti interni, per riservatezza e pudore, ma nel profondo soffrono e si sentono isolati, privati della considerazione dei pochi amici veri che hanno. I lattanti hanno dentizione dolente, pianto facile, ma di altrettanto facile consolazione. Si tratta, soprattutto per gli adolescenti, di una forma di depressione che anticipa un cambiamento evolutivo. L’inquietudine, l’agitazione, i dolori fisici, vaghi ma persistenti, o le crisi senza causa apparente sono sintomo di una tristezza che sfocerebbe nel pianto, se ne fossero capaci senza sentirsi inadeguati e “bambini”.

La combinazione floreale usata più frequentemente è quella composta da Happy (Essenza Indigo), unita a Flight (Essenze Enhancers), e Centaury, Agrimony, Mustard, (Essenze di Bach).

Questo composto rimedia al senso di inferiorità, ai vuoti di significato, alla remissività forzata. La tristezza diventa gioia di vivere, si trasforma in capacità di affrontare con equilibrio gli alti e bassi della vita. Ridona serenità anche nei periodi neri, che vengono vissuti senza lasciarsi opprimere. Armonizza il buon umore, la cordialità con il ridimensionamento dei problemi: i ragazzi e bambini conquistano senso di equilibrio, imparano a dar sfogo all’emotività senza problemi e a vivere più razionalmente, senza lasciarsi travolgere da apprensioni esagerate. Conquistano la capacità di collaborare in un gruppo, di perseguire i loro ideali restando se stessi.

Il dosaggio di assunzione varia a seconda dell’intensità dei disturbi: dalle canoniche quattro gocce quattro volte al dì, a dieci gocce due volte al dì, secondo il parere del floriterapeuta. La cura va protratta per almeno un mese, dopodiché può essere ripetuta variando la composizione iniziale, anche aggiungendo altre essenze, a seconda della risposta individuale del paziente. Per consulti personalizzati gratuiti, inviare le richieste, dettagliando accuratamente il problema nei particolari, compilando il modulo di contatto o telefonando direttamente allo 0457050061.

Si precisa che le informazioni personali, in qualsiasi modo acquisite, si intendono assolutamente riservate.

Non esistono prodotti in questa categoria