Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Genziana radice T.T. - (Genziana Lutea)

8,00
4 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Numerose sono le specie di genziane, tutte appartenenti alla famiglia delle Gentianaceae, da sempre utilizzate in erboristeria ed in fitoterapia come aperitive e digestive. Vengono abitualmente distinte in maggiori e minori; la più utilizzata fra le genziane maggiori è appunto la Gentiana Zutea, pianta erbacea perenne molto comune in alcune nostre vallate alpine, con fiori giallo oro e foglie larghe ed ovali con nervature longitudinali che la rendono fra 1'altro simile al Veratro, pianta tossica.

Si utilizzano le radici, presenti anche in Farmacopea Ufficiale, le quali contengono glucosidi amari (genziopicrina, amarogentina e gentiacaulina) ed una sostanza colorante gialla (gentisina), oltre ad alcaloidi, mucillagini, olio essenziale ecc. La Genziana è una pianta medicinale particolarmente amara, conservando il suo sapore anche· ad altissime diluizioni (1:20.000). Il principio attivo isolato amarogentina ha un Indice di Amaro di 58.000.000! Gli Amari puri ai quali appartiene la Genziana agiscono soprattutto sensibilizzando il meccanismo riflesso della se&ezione gastrica, a partire dai recettori gustativi specifici per il sapore amaro che si trovano ai lati della lingua. Questi stimoli attraverso i nervi vaghi determinano l'aumento della secerezione salivare e dei succhi gastrici, oltre che il miglioramento della motilità del tubo digerente. Sebbene nella medicina popolare e nella fitoterapia tradizionale la Genziana sia indicata anche per stimolare le difese immunitarie (tonsilliti recidivanti, adenoidi ecc.), nessuno studio farmacologico o clinico ha tuttavia confermato questa opinione comune.

Gli amari sono quindi indicati nei casi in cui vi sia una riduzione della secrezione acida ed enzimatica dello stomaco. Migliorano anche la motilità dello stomaco e dell'intestino, risultando quindi indicati nelle digestioni lente, dovute ad atonia dei visceri. Le indicazioni all'uso di estratti di Genziana sono pertanto le forme di anoressia tipiche delle convalescenze ed i casi di ridotta o assente secrezione di succhi gastrici:

 • atonie gastriche,  digestioni lunghe e difficili,  convalescenze, disappetenze dei bambini, acne rosacea

La pianta ed i suoi estratti sono invece controindicati nei soggetti affetti da gastrite acuta, ulcera peptica o comunque iperacidità gastrica, ernia iatale oppure esofagite.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

 

Produttore:
Minardi e figli S.r.l.
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto