Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

IODIO - oligoelementi - Oligotracce

13,00
3 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Lo iodio, minerale-traccia, immesso nell’organismo viene trasformato in ioduro e interviene attivamente nel metabolismo della ghiandola tiroide come parte integrante del suo ormone tirossina. Tale ormone aiuta l’organismo a bruciare il grasso in eccesso, favorisce la crescita e lo sviluppo, l’acutezza mentale, il modo di parlare, la condizione dei capelli, unghie, pelle; favorisce anche la conversione di carotene in vitamina A, la sintesi proteica, l'assorbimento di carboidrati da parte dell'intestino e la sintesi del colesterolo. Tutti i tipi di fauna marina, animale e vegetale assorbono iodio dall'acqua del mare e sono ottime fonti di questo minerale, così come funghi e muschi irlandesi, se sono cresciuti in terreno ricco di iodio.

 

Carenze nell'infanzia:

Crescita rallentata

Ritardo nello sviluppo sessuale

Ritardo mentale

Sordità

 

Carenza nell'età adulta:

Gozzo

 

Sintomi di un basso livello di ormone tiroideo:

Svogliatezza, Comportamento indolente

 

Sintomi supposti non dimostrati:

Calvizie , Stanchezza,Dolori al torace

 

Esami di laboratorio rivelatori di carenza:

Scarsa funzionalità tiroidea.

 

Chi necessità di quantità addizionali

I soggetti con un introito alimentare calorico e nutrizionale inadeguato

I soggetti che vivono in regioni il cui suolo è povero di iodio ( sostituito con sale da tavola

I soggetti che consumano alimenti che possono causare gozzo: verza, spinaci, rape, lattuga, bietole, rusabaga, cavolo

 

Effetti benefici sulle malattie

 

Una terapia a base di iodio è stata sperimentata con successo nel trattamento e nella prevenzione del gozzo semplice. L'indurimento delle arterie si manifesta quando un disturbo del normale metabolismo dei grassi consente al colesterolo di raccogliersi nelle arterie invece di venire usato o eliminato. Lo iodio è necessario per prevenire tale disfunzione del metabolismo. Lo iodio, presente in quantità sufficiente nella dieta, ridurrà anche il pericolo che lo iodio radioattivo si accumuli nella tiroide. Lo iodio è benefico per i bambini affetti da cretinismo, e se il trattamento viene iniziato subito dopo la nascita, molti dei sintomi sono reversibili, ma se le condizioni persistono oltre la nascita, il ritardo fisico e mentale sarà permanente.

  

Effetti dimostrati

Promuove la normale funzione della ghiandola tiroidea.

Promuove la normale funzione cellulare.

Deprime la funzione tiroidea prima dell'intervento chirurgico sulla tiroide stessa.

Permette la valutazione della funzione tiroidea attraverso la somministrazione di iodio radioattivo.

Mantiene sani pelle, capelli, unghie

Previene il gozzo

 

Effetti benefici supposti non dimostrati

Cura l'anemia

Cura l'angina pectoris

Cura l'arteriosclerosi.

Cura l'artrite

Cura l'eritema nodoso

Restituisce vigore

Risolve i problemi di capelli

Cura la sporotricosi, quando l'infezione colpisce la pelle

 

Effetti sugli esami di laboratorio:

Può dare esiti falsamente elevati di tutte le funzioni tiroidee.

Interferisce con gli esami per il naturale sopravvivere degli steroidi nelle urine.

 

Avvertenze e precauzioni  

Evitare l'assunzione nel caso di:

Potassio ematico elevato

Miosonia congenita

 

Occorre intervenire nel caso di:

Ipertiroidismo

Malattie renali

Assunzioni di farmaci anti-tiroidei  

 

Sopra i 55 anni d'età:

Nessuna considerazione

 

Gravidanza:

L'eccessivo consumo di iodio in questo periodo, può causare nel bambino un ingrossamento della tiroide, ipotiroidismo o cretinismo (nanismo e insufficienza mentale).

 

Allattamento:

Evitare integrazioni in questo periodo.

Lo iodio nel latte materno può causare eritema cutaneo e la soppressione della normale funzione tiroidea nel neonato.

Evitare le megadosi.

 

Sintomi da sovradosaggio:

Aumento della salivazione, Cefalea, Diarrea, Dolori addominali, Eruzione cutanea, Febbre , Gambe pesanti, Gengive e denti doloranti, Glossidina e glossopirosi, Gusto metallico, Ingrossamento delle ghiandole salivari , Nausea,Stanchezza e debolezza

 

Quanto riportato, è tratto da materiale informativo in libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di indicazioni che si rivelassero false o comunque non rispondenti a verità o del loro uso improprio.

Le indicazioni suggerite sono da intendersi come consigli e non vogliono né possono sostituirsi alla diagnosi del medico, che è opportuno consultare sempre, prima di decidere della propria salute.

 

 

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto