Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Lespedeza foglie o polvere

9.00
4 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Si tratta di un arboscello appartenente alla famiglia delle Leguminose-Papilionaceae.   Il genere Lespedeza annovera 152 specie, diffuse soprattutto nella metà orientale dell'America e nell'Asia occidentale e meridionale. Questa specie ha il suo habitat naturale in America, mentre in Italia, sebbene si sia tentata la coltivazione come erba da foraggio, i risultati ottenuti sono stati estremamente scarsi.
La Lespedeza capitata è da tempo ritenuta un rimedio efficace nel trattamento dell’iperazotemia, in quanto è una pianta dotata di un potente effetto sull’apparato urinario in particolare un’azione depurativa dei metaboliti azotati. Inoltre, si ritiene che un principio attivo di questa leguminosa, la lespedina, abbia effetto sul profilo lipidico dell'organismo. Esperimenti effettuati hanno dimostrato un'azione di tipo anabolica di incremento sulla massa muscolare. Un altro principio attivo della Lespedeza è la rutina con la proprietà di rafforzare le pareti dei capillari e viene utilizzata per stimolare il drenaggio dei liquidi in eccesso che ristagnano nell'organismo.

Principi attivi flavonoidi 1%, (lespecapitoside), tannini catechici e catecoli 10%

Benefici, in sintesi:  abbassa il colesterolo, attiva la diuresi, incrementa la massa muscolare, depura dai metaboliti azotati, anche in combinazione con altre piante come  Pilosella, Tarassaco, Betulla, Asparago.

Per gli sportivi:

 L’aumentata assunzione di proteine nella dieta per chi pratica bodybuilding può influire sul metabolismo proteico soprattutto sulla produzione di metaboliti delle proteine. L’ iperazotemia che deriva dall’aumento oltre il valore soglia dell’urea contenuta nel sangue è stata osservata con un introito pari a 164 g di proteine al giorno per 14 giorni ed è indice di una scarsa funzionalità renale. Sembra quindi che l’uso della L. capitata possa essere specialmente raccomandata per i soggetti con apporto proteico aumentato (introduzione per es. di proteine, aminoacidi e creatina)  dove spesso il lavoro a carico del rene è molto elevato a causa delle scorie azotate.

Preparazione officinale come diuretico e azoturico

Ortosiphon (Orthosiphon aristatus).......Estratto secco (5:1)..........150 mg
Lespedeza (Lespedeza capitata)............Estratto secco (30:1).........25 mg
Carciofo (Cynara scolymus)..................Estratto secco (5:1)..........100 mg
Pilosella (Hieracium pilosella)...............Estratto secco (5:1)...........50 mg
Uncaria tomentosa………………….....Estratto secco (5:1)...........50 mg

Posologia, salvo diverso parere medico : 3 capsule al giorno, ai pasti oppure due tazze al giorno, se usata come tisana.

Controindicazioni : Insufficienza cardiaca o renale

La tossicità può considerarsi bassa e non esiste nessuna controindicazione alle dosi terapeutiche normali eccetto ipersensibilità individuale. Per dosi elevate si possono avere irritazione gastrica e intestinale.

USO VETERINARIO

Il comitato di medicina veterinaria dell’EMEA ha valutato la Lespedeza come diuretico e antiiperazotemico sotto forma di estratto e tinture o polvere, attraverso la somministrazione di polvere, compresse bevibili su vitelli, pecore, capre e maiali. Sugli animali la Lespedeza ha gli stessi effetti della teofillina e teobromina ma con una maggiore durata. Inoltre è stata accertata la sicurezza di somministrazione della Lespedeza senza aver riscontrato tossicità cronica (90 giorni) o alterazioni a livello del sangue e di peso degli animali.

Pare che il nome Lespedeza derivi da un errore di trascrizione, infatti avrebbe dovuto chiamarsi Cespedeza da Manuel de Céspedes a cui fu dedicata la pianta da Michaux. Però alcuni fanno derivare il suo nome da  Don Lespedez, governatore spagnolo della Florida all'inizio del secolo  

CURIOSITA’:

Pare che il nome Lespedeza derivi da un errore di trascrizione, infatti avrebbe dovuto chiamarsi Cespedeza da Manuel de Céspedes a cui fu dedicata la pianta da Michaux. Però alcuni fanno derivare il suo nome da  Don Lespedez, governatore spagnolo della Florida all'inizio del secolo XIX.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto