Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Bergamotto - (Citrus Bergamia - Rutacee) - olio essenziale

7.00
2 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Nome botanico: Citrus bergamia

 Famiglia: Rutaceae 

Sinonimi e nomi stranieri: Citrus aurantium subsp. Bergamia, limetta.

Costituenti principali: Acetato di linalile (oltre il 30%), limonene, linalolo, alfa e beta pinene, gamma-terpinene, mircene, sabinene.

Predominanza: gli viene attribuita una predominanza di azione femminile, che si manifesta chiaramente, nel contenimento di tutti i fenomeni di espansione del corpo come, ad esempio, la flatulenza. La sua azione riequilibrante è confermata dal sapore frizzante e dal profumo caldo. Tale attività fa rientrare questa essenza tra quelle più Yin esistenti.L’alta volatilità e gli effetti psichici derivati dall’uso di questa essenza ne caratterizzano la tipica nota di testa.

Chakra di riferimento: La sua azione di riequilibrio emozionale lo fanno caratterizzare come un’essenza capace di stimolare principalmente il 3° chakra.

Provenienza: Il bergamotto è un frutto originario dell’Asia tropicale. Oggi è presente con le più vaste coltivazioni in Calabria, regione italiana, da dove viene esportato in tutto il mondo.

Parti impiegate: scorza del frutto.

Proprietà:  significativa capacità di riequilibrio emozionale, svolgendo un’azione tonica e vivificante sull'umore, nel caso di carenze. Durante la notte può essere utilizzato per conciliare il sonno ed allontanare gli incubi. Eliminando i blocchi ridona il piacere di donarsi agli altri per trovare serenità ed allegria dove regna il buio; forse per questo viene chiamato l’olio del paradiso. Fra l'altro, è l’ingrediente base responsabile dell’aroma della nota miscela di tè “Earl Grey”.

Precauzioni e controindicazioni all’uso: ben tollerato, atossico e di ampio utilizzo, anche in campo alimentare. Tuttavia si è scoperto che certe furocumarine, particolarmente il bergaptene causano sensibilizzazione e pigmentazione cutanea in seguito ad esposizione diretta alla luce solare. E’ opportuna quindi una estrema cautela nell’applicazione dell’olio sulla pelle.

Curiosità: questa tipica pianta italiana deriva da un incrocio, ibrido naturale, tra il limone e l’arancio amaro e deve il suo nome alla città di Bergamo dove pare sia stata commercializzata ed apprezzata per la prima volta. Esiste un colore, noto come verde bergamotto, per indicare il bellissimo color verde smeraldo della buccia del frutto. Attorno al bergamotto fioriscono svariate leggende fra cui quella secondo la quale qualcuno lo avrebbe portato nelle isole Canarie, dove Colombo lo avrebbe trovato e portato con sé fino a Reggio Calabria. Scarsi sono i collegamenti di questa pianta con le medicine secolari degli altri paesi come India, Egitto, Cina, ecc., forse a riprova del fatto di quanto sia specificatamente italiana questa essenza.

Armonizzazioni con altri oli essenziali: ha la particolare caratteristica di esaltare le proprietà di qualunque essenza  cui viene associato, in particolare se si tratta degli agrumi fondamentali come: arancio dolce, arancio amaro, mandarino, limone, pompelmo. Ottimo con basilico, camomilla, cedro (legno), coriandolo, gelsomino, geranio, ginepro (bacche), neroli, ylang-ylang extra.

 

Quanto riportato, è tratto da materiale informativo di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di indicazioniche si rivelassero false o comunque non rispondenti a veritào del loro uso improprio

 Le indicazioni suggerite sono da intendersi come consigli e non vogliono né possono sostituirsi alla diagnosi del medico, che è opportuno consultare sempre, prima di decidere della propria salute.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto