Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

olio essenziale Garofano chiodi (Caryophyllus aromaticus - Mirtaceae)

9.00
8 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

 

Nome botanico: Caryophyllus aromaticus.

Famiglia: Mirtaceae.

Sinonimi: syzygim aromaticum, eugenia caryophyllata, jambosa caryophyllus.

Costituenti principali: eugenolo, cariofillene, umulene.

Parti impiegate: I boccioli floreali essiccati, chiamati appunto chiodi.

Predominanza: essendo riscaldante e stimolante è decisamente yang.

Nota: la sua nota è fresco-fruttata ma allo stesso tempo calda: si colloca bene tra le note di cuore.

Pianeta governatore: Venere, da cui trae le sue proprietà empatiche.

Chakra di riferimento: La particolare interazione con il cavo oro-faringeo, le marcate proprietà riequilibranti per tutto l’apparato respiratorio, suggeriscono che il canale energetico dove questo olio agisce sia il 5° chakra.

Provenienza: Il garofano è probabilmente originario delle isole Molucche, dove il commercio dei chiodi di garofano, come spezia, fu monopolio olandese fin dal 1769. Attualmente le principali fonti di approvvigionamento sono il Madagascar, Zanzibar, alcuni paesi della costa africana orientale e l’isola di Malta.

Capacità di stimolo emozionale: stimolo olfattivo caldo e suadentie, in grado di facilitare i rapporti umani. Carica di energia qualunque ambiente, liberandolo da negatività. Abbassa le barriere razionali lasciando emergere l’istintività. Con arancio e cannella riscalda, creando un tipico ambiente invernale.

Altri usi: l’essenza  viene impiegata come aromatizzante, nell’industria alimentare, in salse, condimenti, prodotti in scatola, in miscele di spezie, come ad esempio la miscela base per la preparazione del famoso “vin brulè” ed in numerosi dolci, canditi e gomme da masticare. Si utilizza nell’industria cosmetica, principalmente nei prodotti per l’igiene personale, saponi, profumi, dentifrici . I chiodi si usano macerati nel vino per alleviare i dolori da parto; in tintura, per disinfettare piaghe e ferite e per disturbi digestivi, e, in infuso, contro la nausea e contro i dolori dentari. E’ un costituente nella preparazione di inchiostro da stampa, colle, vernici.

Precauzioni e controindicazioni:L’olio essenziale di garofano chiodi, può causare irritazioni cutanee e delle mucose. Per l’uso esterno va sempre impiegato diluito; in alcuni casi può dare luogo a dermatiti da contatto. Per l’uso interno usare con moderazione, sotto controllo medico.

Curiosità: il termine “chiodi” descrive l’aspetto del bocciolo floreale ancora chiuso, mentre “garofano”, dal latino “caryophyllus”, sta ad indicare che l’aroma dell’essenza richiama quello del nostro garofano selvatico. Il garofano viene chiamato anche “jambosa”, nome indiano ed il termine “eugenia” è dedicato al nome del  principe Eugenio di Savoia, cultore di botanica. Nella medicina cinese si utilizza l’olio essenziale per molti scopi. In Indonesia é molto diffusa una sigaretta contenente polvere di chiodi di garofano mescolata a tabacco. Armonizzazioni con altri oli essenziali: Bergamotto, lavanda, rosa damascena, salvia ed ylang-ylang.

Quanto riportato, è tratto da materiale informativo di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di indicazioni che si rivelassero false o comunque non rispondenti a verità o del loro uso improprio

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto