Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Làbdano - Cisto - (Cistus ladaniferus Cistacee) - Olio essenziale

19.00
5 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Cistacee

Nome botanico; Cistus ladaniferus)

Altri nomi: Cisto di Creta.

Descrizione dell’aroma:  complesso, ambrato con un odore di vecchio baule polveroso, ma le sue sfumature possono comprendere anche aspetti animali (cuoio e muschio), dolci-mielati, legnosi, fumosi. Lo ritroviamo nei profumi orientali, (base per gli accordi ambrati), e nei cuoiati ,(associato al castoreum o alla betulla) ed è spesso utilizzato nel fondo di fragranze muschiate per scaldare e bilanciare l’essenza di quercia e le note animali di zibetto.

Componenti principali: la parte utilizzata è raccolta sotto forma di olio-resina dagli alberi della famiglia delle Ciste: è composto da oltre 170 pineni, tra cui canfene, sabinene, limonene e cineolo, terpeni, fenolo ed eugenolo così come acido acetico e formico.

Sinergia: Geranio, Incenso, Vetiver.

Predominanza: Potente cicatrizzante per ferite e spirituali, rende calorosi, elimina la durezza dei lineamenti e aumenta l'empatia. Aiuta gli insensibili, chiusi nel loro mondo ovattato, sgretolando il muro che li separa dal prossimo,e contemporaneamente, risveglia l'amore verso se stessi.

Nota:  di base con predominanza Yang

Usi: applicato sulla pelle, si ritiene che abbia proprietà astringenti e rassodantii, antisettiche e tonificanti: è indicato nella cura delle malattie cutanee e della psoriasi. Inoltre, stimola il flusso linfatico attenuando gli edemi. L'acido formico e quello acetico sono molto efficaci contro l'acne. è impiegato nella cura delle malattie polmonari (come altri resinosi), ma è anche un sedativo del sistema nervoso usato in fumigazioni. E’ anche un potente immunostimolante.

Componenti principali: è composto da oltre 170 pineni, tra cui canfene, sabinene, limonene e cineolo, terpeni, fenolo ed eugenolo così come acido acetico e formico;

Curiosità: il suo nome deriva dal latino Medievale “labdănum”, variante di ladănum. Questa essenza,grazie al suo piacevole aroma, è spesso contenuta in molti profumi. Infatti, mescolata con olio di Lavanda, Bergamotto, Vetiver, Pachouli o Camomilla, diffonde una fragranza molto dolce. Gli antichi egizi utilizzavano il Labdano come componente nel loro incenso sacro “kyphi”, e pare che le barbe false portate dai faraoni fossero effettivamente pelo di capra intriso di tale resina. Altro nome per definire il Labdano è "Balsamo di Gilead" citato anche nella Bibbia. fra i sette oli di Thekoa. Sull'isola di Creta ci sono ancora coltivatori che raccolgono il Labdano con un arnese che assomiglia ad un rastrello al quale sono attaccate delle lunghe strisce di pelle o di plastica (“ladanesterion”), che vengono fatte passare sui cespugli. La resina aderisce alle strisce di pelle dalle quali viene poi tolta manualmente.

Preparati con l’essenza:

per combattere l'acne aggiungere qualche goccia di essenza di Labdano al tonico per il viso. Usato ogni giorno è in grado di regolare la quantità di sebo e l'umidità della pelle.

l'essenza di Labdano stimola la circolazione sanguigna ed è efficace, quindi, in caso di piedi freddi. Versarne alcune gocce nell'acqua e immergervi le estremità per circa venti minuti. Tamponare poi senza risciacquare.

Olio profumato per il corpo contro la cellulite: trattamenti regolari di massaggi con una miscela di olio di Mandorle e le essenze di Labdano, Lavanda e Geranio apportano una sensazione di benessere al corpo. Questi oli favoriscono l'irrorazione sanguigna e rassodano il tessuto connettivo. Un'altra preparazione, fondata sulla capacità  del Labdano di stimolare il flusso linfatico e la circolazione, prevede un bagno: aggiungere nell'acqua cinque gocce della sua  essenza di a quattro gocce di olio di Cipresso e quattro cucchiai di sale grosso:  massaggiare il corpo con una spazzola di setole naturali. Gli oli essenziali penetreranno meglio nella pelle.

Bagno contro i crampi mestruali: in caso di crampi causati da un flusso mestruale debole, è efficace un bagno con l'aggiunta di essenza di Labdano ed Erba moscata: favorisce il flusso, rilassa e riscalda tutto il bacino.

Impacchi contro piaghe e ferite: svolge un'azione antimicrobica e antisettica e favorisce la cicatrizzazione. Metterne qualche goccia su una garza sterile e porla sulla ferita. Fissare con una benda. Cambiare la garza due volte al giorno finché la ferita si rimarginerà.

Semicupi contro la cistite: aggiungere all'acqua un cucchiaio d'aceto di frutta e cinque gocce di olio di Labdano. Prima di coricarsi, fare un bagno di circa venti minuti, poi riposare coperti per almeno sette ore.

Curiosità: fa parte dei “sette oli sacri di Thekoa” Thekoa era un’antica città nel cuore della Palestina, presso la quale transitavano i mercanti di profumi per selezionare le essenze migliori prima di giungere a Gerusalemme.


I sette oli sacri di Thekoa: Galbano, Labdano, Olibano, Nardo, Mirra, Cannella, Incenso. 

Quanto riportato, è tratto da materiale informativo di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di indicazioni che si rivelassero false o comunque non rispondenti a verità o del loro uso improprio.

 Le indicazioni suggerite sono da intendersi come consigli e non vogliono né possono sostituirsi alla diagnosi del medico, che è opportuno consultare sempre, prima di decidere della propria salute.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto