Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Tea tree (Melaleuca alternifolia) - olio essenziale

9,00
10 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Tea tree oil: nel caso di infezioni localizzate è possibile il suo impiego anche puro, in modo da accelerare i processi di cicatrizzazione oltre alla disinfezione della parte interessata. Un massaggio con l'olio di tea tree diluito in olio di calendula sul viso è un ottimo dopobarba per pelli sensibili. Usato puro con un massaggio accurato è utilissimo in caso di onicomicosi in quanto esplica una notevole capacità di penetrazione attraverso i tessuti danneggiati. Diluito in acqua od olio, si utilizza mediante gargarismi nelle infezioni labiali, come l'herpes e della mucosa della bocca, come afte o stomatiti. Con la stessa modalità si possono fare dei lavaggi vaginali o degli impacchi in caso di candida o di altre infezioni. Frizionato puro sul cuoio capelluto è utile in caso di forfora e prurito. Infine poche gocce su di un fazzoletto o sui polsi per avere sempre a portata dei nostri sensi uno stimolante del nostro sistema immunitario. I pediluvi risultano rinfrescanti e corroboranti, permettendo all'olio di penetrare e dare benessere

Famiglia: Santalaceae

Nome botanico: Melaleuca alternifolia

Sinonimi: Albero del tè, pianta spazzolino, melaleuca.

Costituenti principali: terpinene-4-olo, alfa e gamma-terpinene, 1,8-cineolo, timene, terpinolene, terpineolo, alfa e beta-pinene.

Parti impiegate: le foglie.

Predominanza: l'azione del tea tree viene accostata a quella maschile Yang.

Nota: Il tea tree viene percepito in modo netto a livello della testa.

Pianeta governatore: questa pianta è stata associata a Giove anziché a Marte, perchè l’azione di combattimento e protezione offerta dalla sua essenza è  più duratura nel tempo. Mentre Marte combatte istintivamente, Giove garantisce protezione. 

Chakra di riferimento: forte, con deciso effetto sul corpo fisico e sulla sua struttura, il tea tree stimola soprattutto il 1° chakra.

Provenienza: è originario dell’Australia, precisamente del Nuovo Galles. Questa pianta continua ad essere presente solamente in questa particolare zona, anche se varietà differenti vengono coltivate altrove.

Capacità di stimolo emozionale:condensa la maggior parte del suo effetto a livello fisico, ma sono importanti anche alcuni effetti psichici, dovuti alle caratteristiche ambientali della pianta stessa. Il tea tree insegna a combattere e resistere alle asperità della vita quotidiana. Un uso costante   di quest’essenza rinvigorisce e aiuta a superare le avversità.

Possibilità di impiego ed effetti ottenibili grazie all'assunzione per via orale o inalatoria: l'olio essenziale di tea tree, nella dose di 2 - 3 gocce, assunto più volte al giorno, è ottimo in caso di malattie infettive dell'apparato respiratorio. Si ritiene comunque che la via inalatoria nella doso di 10 - 15 gocce, due volte al giorno, possa essere un impiego più adeguato. Assunto in questo modo, oltre che combattere direttamente contro l'agente che ha causato l'infezione, stimola la reazione del nostro organismo. Depositando 1- 2 gocce nel palmo delle mani e frizionandole bene fra loro, allo scopo di riscaldare l'essenza si procede a respirare profondamente l'aroma: i principi attivi degli olii essenziali vengono inalati attraverso le mucose. Nella dose di 2 -3 gocce, assunto 4 - 5 volte al giorno combatte la cistite e le infezioni delle vie urinarie.

Possibilità di impiego ed effetti ottenibili grazie al massaggio ed uso esterno:  Nella dose di 10 gocce, diluito in olio di oliva, e spalmato sul petto con frizioni, è utile in caso di infezioni delle vie respiratorie, così come se spalmato sulle parti interessate in caso di dolori reumatici, muscolari o articolari. Frizioni fatte con l'essenza diluita, sono utili per la pelle untuosa ed acneica e comunque in tutti i casi dove sia necessario utilizzare un disinfettante naturale come: esantemi, irritazioni da pannolino, verruche, porri, herpes, ferite infette, punture di insetti, ustioni e vesciche. Nel caso di infezioni localizzate è possibile il suo impiego anche puro, in modo da accelerare i processi di cicatrizzazione oltre alla disinfezione della parte interessata. Un massaggio con l'olio di tea tree diluito in olio di calendula sul viso è un ottimo dopobarba per pelli sensibili. Usato puro con un massaggio accurato è utilissimo in caso di onicomicosi in quanto esplica una notevole capacità di penetrazione attraverso i tessuti danneggiati. Diluito in acqua od olio, si utilizza mediante gargarismi nelle infezioni labiali, come l'herpes e della mucosa della bocca, come afte o stomatiti. Con la stessa modalità si possono fare dei lavaggi vaginali o degli impacchi in caso di candida o di altre infezioni. Frizionato puro sul cuoio capelluto è utile in caso diforfora e prurito. Infine poche gocce su di un fazzoletto o sui polsi per avere sempre a portata dei nostri sensi uno stimolante del nostro sistema immunitario. I pediluvi risultano rinfrescanti e corroboranti, permettendo all'olio di penetrare e dare benessere.

Impiego in agricoltura - orticoltura; una soluzione di tea tree, (20 gocce) in mezzo litro di acqua fredda con l'aggiunta di un cucchiaio di detersivo liquido, costituisce una miscela botanica indicata per il trattamento di molteplici parassiti delle piante. E' sufficiente spruzzare la miscela, dopo che è stata vigorosamente amalgamata con scuotimento, (per creare una sorta di saponificazione), in  discreta quantità su di esse per liberarle dai fastidiosi ospiti!

Precauzioni e controindicazioni: L’olio essenziale di tea tree, a gocce, non è tossico. In soggetti predisposti può dare luogo a sensibilizzazione. Se ne consiglia comunque un uso diluito. Avvertenze generiche: gli olii essenzaili se assunti senza controllo medico possono affaticare il lavoro dei reni

Curiosità: il nome  "tea tree" sembra derivare dal fatto che il Capitano Cook  quando approdò sulle coste australiane, si dissetò con l’infuso rinfrescante delle foglie di questa pianta, che divenne quindi “l’albero del tè”. Tutte le conoscenze che oggi abbiamo di questo olio derivano dalla tradizione aborigena australiana. Gli aborigeni prima ed i coloni di quelle terre poi, la utilizzavano come rimedio di pronto soccorso nelle ferite e nelle lesioni della pelle. Il tea tree non vanta una tradizionale presenza nella erboristeria popolare, in quanto pianta molto lontana dal nostro mondo occidentale e poco conosciuta. Al giorno d’oggi è di diritto una della essenze ad azione antinfettiva più importanti del panorama aromoterapeutico. Anche sul fronte medico ufficiale si cominciano a diffondere degli studi scientifici rivolti a confermare la sua proprietà di contrastare virus, batteri e funghi,e la sua capacità di aumentare la reazione individuale all’insulto infettivo in quanto immunostimolante. Il tea tree è ritenuto la propoli del nuovo millennio, in quanto si sta rivelando un antibiotico naturale e privo di effetti collaterali. A differenza della propoli, il tea tree può essere assunto come essenza per via inalatoria, con un evidente tropismo per le mucose e le vie respiratorie.

Armonizzazioni con altri oli essenziali: Cannella (legno), Garofano (chiodi), Geranio, Lavanda, Salvia.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Disponibile in versione BIO molto conveniente qui:

Per approfondire: L'olio di tea tree - Susan Drury

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto