Cerca per produttore

Zenzero (Zingiber Officinalis Zingiberaceae) - olio essenziale

7,50
3 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Zingiberacee

Nome botanico: Zingiber Officinalis

Costituenti principali: zingiberene, gingerolo e shogaolo.

Parti impiegate: Il rizoma.

Predominanza: molti testi lo segnalano come un olio essenziale a predominanza maschile, ma nonostante l’effetto afrodisiaco nei confronti dell’uomo, persistono alcune sfumature delicatamente femminili, sufficienti per definirlo Yin.

Nota: la sua nota bassa e terrena è decisamente di base.

Pianeta governatore: l’azione risoluta non può che definirsi Marziana, tanta è l’influenza di Marte sulla vita di questa pianta.

Chakra di riferimento: il bersaglio di quest’olio è lo stomaco, informato dal plesso solare, il 3° Chakra.

Capacità di stimolo emozionale: viene impiegato nella medicina ayurvedica per ravvivare il “fuoco digestivo”, “Agni”. In realtà l’elemento di maggiore evidenza è il suo marcato effetto riscaldante e dinamizzante sull’intero organismo. Lo zenzero è un forte stimolante sessuale maschile. Inoltre, riduce tutte le manifestazioni Yin del corpo come l’eccessiva sudorazione fredda, l’opacità della pelle, i disequilibri circolatori e digestivi. La sua azione rilassante nei confronti di chi si accinge a lunghi e faticosi viaggi è nota.

Altri usi: Ha proprietà aperitive, epatoprotettrici, blandamente lassative, riequilibranti le funzioni digerenti, stimolanti la circolazione sanguigna, inibitrici dell'aggregazione piastrinica, antinausea, ipotensive, analgesiche. E’ impiegato in profumeria per conferire noti dolci e speziate a profumi di tipo maschile ed a lozioni. La sua capacità correttiva dell’odore e del sapore fanno si che esso sia molto utilizzato nell’industria degli aromi alimentari. Viene spesso usato per arricchire miscele di amari medicinali a scopo digestivo. La sua principale utilizzazione avviene, però, nell’industria delle bevande, dove con il nome di Ginger, lo troviamo in moltissime bibite ed aperitivi, o nell’industria dolciaria, soprattutto nel nord Europa.

Armonizzazioni con altri oli essenziali: Bergamotto, Camomilla, Lavanda, Rosa damascena, Sandalo (legno).

Preparazioni ad uso esterno:

Gargarismi nei casi di angine: qualche goccia di olio essenziale in un bicchiere d'acqua.

Massaggi contro dolori muscolari: miscelare 40 gocce di essenza di zenzero in 200 ml di olio di mandorle dolci. Massaggiare la zona dolorante due o tre volte al giorno.

Massaggi contro mal d'auto, mal di mare, nausea: diluire in un cucchiaio di olio di mandorle dolci otto gocce di essenza di Zenzero e massaggiate fronte e tempie con questa miscela.

Pediluvi caldi contro l’ansia: praticare un pediluvio di un quarto d’ora con dieci gocce di essenza. una volta al giorno.

Precauzioni e controindicazioni: Non è tossico, non irrita, se non in concentrazioni troppo elevate ma è leggermente fototossico. In alcuni soggetti può dare luogo a reazioni di sensibilizzazione. Attenzione: Si consiglia di non impiegarlo puro sulla pelle.

Curiosità: la radice di zenzero, col nome di “zingiberi” è arrivata dall’Oriente al Mediterraneo, sia per i Greci che per i Romani. Era considerata indispensabile, in cucina, come spezia aromatica, in quanto rendeva più profumati e digeribili i piatti più elaborati. In Cina è da sempre utilizzata nella medicina popolare per riscaldare, nelle malattie da raffreddamento e per stimolare i processi di trasformazione degli alimenti e per la digestione. Nella tradizione senegalese, turca ed araba, si trovano espliciti riferimenti al suo utilizzo allo scopo di rinvigorire la potenza sessuale. Nella tradizione erboristica popolare è riconosciuto il suo impiego in ambito digestivo, sotto forma di infusi, estratti o di olio essenziale. Nel Medioevo era particolarmente popolare, apprezzato sia come medicamento che come ingrediente culinario: il pane di zenzero era considerato una vera leccornia. In Inghilterra è citato nella Farmacopea per le coliche intestinali, mentre in Germania nelle dispepsie e nella prevenzione dei sintomi da mal d’auto. In ambito alimentare dove è usato come componente base del “curry”. E’ presente come base “dell’elisir di lunga vita”, come l’amaro svedese, in tutti gli amari digestivi conosciuti in Italia con il nome di "Fernet". Nei paesi anglosassoni è alla base della birra analcolica detta “Ginger ale”, oltre a tutte le bevande gasate aperitive come il “gingerino”. Troviamo lo zenzero citato anche nelle fiabe. La casetta della strega di Hansel e Gretel, ad esempio, è fatta di pane e zenzero. Infatti il suo aroma è ampiamente utilizzato come elemento base di molti biscotti e dolcetti di tradizione nordeuropea.

PRODOTTI CON ZENZERO 

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto