Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Olmo Rosso corteccia (interna ed esterna) - Olmo americano - Olmo rosso canadese americano - (Ulmus Rubra - Ulmacee)

NOVITA': DIPSONIBILE ANCHE IN FORMATO T.T.
12,00
90 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Olmo rosso canadese: descrizione: la corteccia di olmo rosso americano viene comunemente definita come "olmo canadese" e trova il suo habitat naturale in America del nord, nella parte centrale e nella parte nord degli Stati Uniti e nella parte est del Canada. Cresce in terreni sia umidi sia secchi, lungo i fiumi o anche in cima alle colline più alte. Si distingue per la ruvidezza dei lunghi rami. Può raggiungere anche i diciotto metri di altezza. Le foglie verde scure o giallognole sono coperte da una peluria gialla e hanno la punta arancio. La corteccia è molto rugosa. Le proprietà curative sono contenute nelle fibre della parte interna della corteccia che viene usata fresca o secca, per essere poi polverizzata.

NOTA L'Olmo Rosso canadese si trova nella tisana Essiac basata sulla formula originale di Renè Caisse, e nella formula del dott. Pagano contro la psoriasi (insieme con il cartamo, il tasso e la camomilla).

Cautela in gravidanza. Consultare sempre il proprio medico

Proprietà e indicazioni La mucillaggine della corteccia favorisce la decongestione delle articolazioni rendendola così un ottimo supporto anche in sinergia con terapie convenzionali in caso di artrosi. La corteccia di olmo rosso è altresi utile in caso di tosse, faringiti, problemi neurologici, stomaco e intestino. Contiene inulina che aiuta il fegato, la milza ed il pancreas.E' di grande beneficio per i polmoni. Aiuta a neutralizzare l'acidità di stomaco.Aiuta la minzione, diminuisce i gonfiori e agisce come lassativo. Utile in caso di debolezza, e ulcere. E' pure un ottimo tonico polmonare, e si può usare con persone sofferenti di malattie polmonari croniche

La medicina cinese lo catalogò, nel 25 avanti Cristo, come ottimo rimedio per le ulcere, la diarrea e il meridiano del colon. Per la medicina "ayurvedica" possiede un potere nutritivo, emulsionante ed espettorante. la sua proprietà di elezione è quella contro la psoriasi: insieme con lo Zafferanone giallo americano (Cartamo) la polvere di olmo Rosso Canadese lenisce i sintomi psoriasici anche in associzione a terapie convenzionali, a seconda del tipo di psoriasi e da quanto tempo si è presentato il disturbo.

Per chi volesse informarsi più dettagliatamente s questa formula , suggeriamo la lettura del testo “ Curare la psoriasi: un metodo naturale" scritto dal dott. John Pagano"

cartamo (zafferanone) qui

tisana completa dott. Pagano QUI

OLMO ROSSO E GRUPPO SANGUIGNO O

ntegrare la dieta con estratto di corteccia di olmo (Ulmus rubra): questo estratto giova alla salute delle membrane dello stomaco, dell’intestino e delle vie urinarie, inoltre ammorbidisce il tessuto intestinale e favorisce la proliferazione dei lattobacilli.

  • Utilizzare la radice dello zenzero: contiene antinfiammatori, antiossidanti e sostanze che prevengono l’ulcera e favoriscono la motilità intestinale.
  • Utilizzare i chiodi di garofano: sono una buona fonte di eugenolo, una sostanza antinfiammatoria utile per prevenire l’ulcera e le infezioni da Candida.
  • Integrare con la radice di curcuma. La curcuma ha molte proprietà benefiche: contiene potenti sostanze antiossidanti, antitumorali e antinfiammatorie, favorisce la funzionalità gastrica e quella epatica, ha effetti gastroprotettivi e stimola la secrezione degli enzimi digestivi.
  • Utilizzare il peperoncino: protegge l’apparato digerente dalle tossine e contiene sostanze antiossidanti e antinfiammatorie che aiutano a contrastare l’ulcera.
  • Bere acqua con acido carbonico (bicarbonato di sodio): un bicchiere di acqua tiepida o a temperatura ambiente aiuta ad abbassare la produzione di gastrina e l’acidità gastrica.
  • Evitare latte, birra, vino bianco e altri alcolici: fanno tutti aumentare la produzione di gastrina. Il vino rosso non è dannoso, ma è preferibile consumarlo con moderazione.
  • Evitare caffè e the: il caffè aumenta la produzione di gastrina, mentre il the favorisce la produzione di acidi gastrici. Sostituti ottimo: la cicoria e il rooibos-rotbush
  • Evitare i cibi che stimolano la secrezione acida: tra questi in particolare arance, mandarini e fragole. Si consiglia inoltre di preferire i succhi di verdura a quelli di frutta

N.B. Queste indicazioni sono da intendersi come suggerimenti e non vogliono sostituirsi alla diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto