Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Portulaca Oleracea ssp Sativa L. -. Porcellana comune

8.50
7 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Considerata una pianta erbacea annuale molto infestante, con crescita velocissima, di origini asiatiche, è completamente commestibile:  contiene pochissime calorie: solo 16 kcal per 100/gr! Si mangiano sia le sommità che i fiori in insalata o cotti. Contiene  mucillagini, proteine, carboidrati,fosforo,Ferro,magnesio,calcio,potassio,zinco,vitamina A,B1,B2,Niacina, piccole quantità acido linoleico e alte quantità di vitamina C, tanto che un tempo veniva utilizzata contro lo scorbuto e  in caso di infezioni delle vie urinarie e come antinfiammatorio; dati i sui componenti, può essere considerata una pianta che aiuta contro i radicali liberi, aiuta l’ossigenazione del sangue e dei tessuti,  rifornisce il corpo di sali minerali essenziali.  Le foglie sono ricche di acidi grassi omega 3 e vengono consumate crude  per un’azione cardiotonica; per l’alto contenuto di vitamine e di sali minerali è indicata negli stati di denutrizione. Gli impacchi di foglie, per uso topico,  sono utili per la  cura di eczema, foruncoli e per lenire i bruciori causati da punture di insetti. Gli infusi preparati con foglie essiccate svolgono una  potente azione antinfiammatoria ed espettorante: infatti fluidificano i muchi bronchiali favorendone l’eliminazione, sedano la tosse stizzosa. La Portulaca o Porcellana comune viene utilizzata anche per curare diarrea, iperglicemia, vomito, enterite acuta, emorroidi ed emorragie post-partum. Secondo la Medicina tradizionale cinese, Portulaca Oleracea purifica il Calore, ,elimina il Calore nel Xue , visto che il Qi, la forza vitale, tende a ristagnare negli Intestini e, unito al Calore/Umidità, alla lunga genera le masse addominali. Possiede azione accertata contro il cancro del fegato e in oncologia in genere. Inibisce la replicazione del DNA nelle cellule cancerose. Famose ricette cinesi, attualmente in uso, per i sintomi riferibili al retto, feci con pus e sangue e dolori perineali comprendono la Portulaca in tisana, in cinese denominata MÂ CHÎ XIÀN, cui vengono aggiunte piante officinali che possiedono azione antitumorale specifica per il tubo digerente e per l'intestino in particolare Clematis, Artemisia Annua e Patrinia.  Fu Linneo a conferirle il nome, derivante dal Latino Portula,che significa piccola porta,per il modo in cui si apre il seme di questa pianta, che somiglia ad una piccola porta.
Oleacera deriva dal Latino oleraceus,che significa Pianta coltivata, per l'utilizzo alimentare che si faceva di questa pianta. Nei tempi passati veniva utilizzata dai marinai come pianta antiscorbuto, durante i periodi piuttosto lunghi di imbarco e navigazione.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto