Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Vischio.- (Viscum album L.) - Lorantacee

3,60
4 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest

Famiglia: Lorantacee

Nome botanico : Viscum album L.

Descrizione: è una pianta semiparassitaria, originaria dell’Europa e dell’Asia, che cresce su quasi tutte le latifoglie (esclusi i faggi). Ha foglie sempreverdi rigide, di forma lanceolata. I fiori sono poco appariscenti, di color verde-giallo posti all’ascella delle foglie; danno origine a delle bacche bianche attaccaticce (velenose).

Parti usate: foglie raccolte prima che la pianta fruttiferi, essiccate in luogo temperato.

Componenti principali: lectine, polipeptidi (viscotossine), fenilpropani e lignani (siringenina, siringaresinolo), derivati dell’acido caffeico, flavonoidi (derivati dalla quercetina),ammine biogenetiche (tiramina), polisaccaridi (galatturonani, arabinogalattani), proteine basiche.

Proprietà:  possiede proprietà ipotensive, calmanti, antispastiche. Tutte le parti di questa pianta sono tossiche e soltanto in infusione il vischio si può assumere senza pericolo.

Indicazioni: Ipotensivo, vasodilatatore, diuretico, depurativo, lenitivo e antinfiammatorio .

Preparazioni:

Infuso anti ipertensivo: frantumare 30 g di foglie di vischio, mettetele a riposare in infusione in 7,5 dl d'acqua fredda per 7-8 ore; al termine riscaldate leggermente e filtrate. Consumare tre tazzine al giorno, lontano dai pasti principali.

Vino di Vischio diuretico: macerare 30 gr di vischio (foglie) per una settimana dentro un vaso di vetro ermeticamente chiuso , con  un litro di vino bianco secco, agitando di tanto in tanto. Trascorso questo periodo filtrare e conservate in bottiglia. Consumare due bicchierini al giorno, distanziati tra un pasto e l'altro.

Cataplasma contro i dolori reumatici: far bollire per un quarto d’ora una manciata di foglie giovani in un litro di acqua. Utile ancge  contro lciatiche, e nevriti.

Bagno di vischio contro le abrasioni: mescolare quattro cucchiai di timo (pianta) e sei cucchiai di vischio (rametti),.Prendere due cucchiai del composto e versarvi sopra mezzo litro d’acqua bollente: far riposare per trenta minuti e poi filtrare. Lavare con cura e frequentemente la pelle.

Controindicazioni: le lectine sono dei composti che possono provocare l’agglutinazione dei globuli rossi determinando seri danni all’organismo. Anche alle dosi consigliate possono comparire brividi, febbre alta, cefalee, disturbi circolatori ed allergici

Precauzioni: non consumare mai le bacche del vischio, in quanto tossiche per l'uomo. Le foglie non devono mai essere bollite o anche solo sbollentate. Le foglie si utilizzano a scopo officinale solo per infusione e mai per decotto.

Curiosità: i Druidi la consideravano una pianta sacra, la raccoglievano con un meticoloso rituale durante il solstizio d'inverno. La levavano dalle querce con un falcetto d'oro e la conservavano in pezze di lino, onde non perdesse i suoi poteri magici. Il popolo lo riteneva in grado di domare gli incendi e ne appendeva alcuni rametti sulle soglie delle case e dei fienili. Il significato che noi oggi attribuiamo alla pianta deriva sicuramente da questa abitudine nordica: è diffusa, infatti, l’usanza di salutare il nuovo anno baciandosi sotto i rami benaugurati del vischio, che porta fortuna purché non tocchi mai terra. Nella notte del 6 gennaio, in Inghilterra, per scongiurare il pericolo di rimanere zitelle, si bruciave il mazzo che aveva addobbato la casa durante le feste invernali. E ancora, si credeva che se una donna sterile ne avesse fatto uso, ben presto sarebbe diventata fertile.

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Produttore:
Brisighello
Nessuna denominazione INCI per questo prodotto