Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Benvenuti nella nostra erboristeria!

 

PROMOZIONE!!
 
dal 1° novembre al 31 dicembre 2019,

FINO A 50 EURO DI ACQUISTI, LE SPESE DI TRASPORTO SARANNO DI

EURO 4,90; OLTRE I 50 EURO, LE SPESE

DI TRASPORTO SARANNO GRATUITE

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I NOSTRI CONSIGLI PER la stagione autunnale

Ci siamo quasi. Il freddo è alle porte, dopo ondate di caldo soffocante, disidratazione, irritabilità facciamo i conti con temperature repentinamente più basse ed aria frizzante. Secondo la Medicina Cinese, l’Autunno è  la stagione legata al Polmone e all’Intestino crasso, che “mèdiano” l’interno del corpo con l’ambiente esterno,  il primo attraverso la respirazione e il secondo eliminando gli scarti alimentari e ambientali, preservando il sistema immunitario.   I Cinesi associavano ad ogni organo un’emozione;  al Polmone corrisponde la malinconia, che spesso assale le persone in autunno:  è  una percezione di precarietà, dopo l’energia estiva,  come se  l’accorciarsi delle giornate rappresentasse l’approssimarsi della conclusione di un ciclo, l’ apparente fine della vita. Così i Polmoni sopperiscono alla minore potenza del Qi, energia vitale, diffondendo in tutto il corpo la Wei Qi (energia difensiva) che scalda e protegge dai fattori patogeni esterni. I visceri difendono il sistema immunitario, prevalentemente concentrato nell’intestino, sollecitato da stimoli sia ambientali, (inquinanti di città)  sia fisici, imputabili a   sostanze che entrano a contatto con la pelle (deodoranti, saponi, detersivi),e con la mucosa  intestinale (pesticidi, conservanti, additivi).  Le  mutate condizioni  climatiche possono provocare senso di affaticamento, a volte aumentano gli attacchi virali ed anche i disturbi di concentrazione.  

Quali sono le due principali ragioni per cui ci ammaliamo?

  1. Prendiamo qualcosa dall’esterno (virus, batteri, funghi, parassiti..)
  2. Sviluppiamo qualcosa all’interno del nostro organismo 

Tuttavia se ci sono 10 persone in una stanza satura di batteri, NON tutte e 10 si ammalano. Lo stesso dicasi per chi sviluppa qualcosa dall’interno. Perché? La risposta che ci viene fornita di solito è che “probabilmente queste persone sono più forti”, ma volendo approfondire, per cercare di dare un giusto peso alla cosa, potremmo concludere con 4 principali motivi per cui questo accade nei paesi industrializzati:

  1. siamo saturi di tossine
  2. siamo carenti di nutrienti essenziali
  3. subiamo il caos elettromagnetico
  4. siamo sottoposti a forte stress

Chi si ammala cioè risente di 2 o più di questi fattori, mentre chi resta in buona salute probabilmente lavora costantemente per eliminare le tossine che assume quotidianamente (attraverso cibi, bevande, aria), cerca di nutrirsi in maniera adeguata, combatte lo stress e il caos elettromagnetico.

La cura del proprio organismo è una faccenda seria, che necessita di tempo e attenzioni costanti e se siamo in una situazione come sopra, quindi fortemente intossicati e pieni di disturbi più o meno gravi, occorre la consapevolezza e del tempo per eliminare le cause prime della malattia che potrebbe di lì a poco svilupparsi. Siamo noi stessi padroni della nostra salute, quindi incolpare il farmaco o il medico che non ha centrato la cura, è arrogante e poco produttivo. Prendiamo in mano la nostra vita e la nostra salute, senza nascondere la testa sotto la sabbia, come gli struzzi. Ora sarebbe buona norma consultare uno o più terapisti, esperti in settori diversi, anche in assenza di sintomi. Consultare dei terapisti, abilitati all’esercizio della medicina naturale, che non ricorrono a farmaci e chirurgia, è in assoluto l’iniziativa più utile per prevenire e curare le malattie.Tutte le persone sono diverse e anche se i sintomi possono apparire uguali, non è detto che la causa sia la stessa. Ne consegue che il trattamento e la cura debbono essere diversi.

I terapisti che ritengo utile consigliare sono:

Fitoterpeuta: curarsi con le erbe giuste, in dosaggi raccomandati e studiati appositamente potrà dare enormi benefici.

Naturopata: si tratta di un esperto di rimedi e terapie naturali, che trattando la persona nella sua complessità, la riporta in una condizione di equilibrio e così permette al suo corpo di curare da sé ogni malattia e disturbo

Osteopata: la colonna vertebrale soffre di disallineamenti che in genere si devono ricondurre a un inadeguato stile di vita. Riallineare la colonna, significa permettere all’energia di fluire in tutto il corpo. Inoltre valutando la postura e manipolando gli organi interni, spesso già in una seduta si risolvono molte problematiche, magari difficilmente riconducibili a quella che sembrava la causa (ho male alla spalla-problemi al fegato).

Omeopata: l’omeopatia è un trattamento medico che ristabilisce delicatamente gli equilibri e risolve molti problemi fisici. Un buon omeopata non si limita a curare i sintomi, ma prende in considerazione la persona nella sua interezza.

Per affrontare l’autunno in maniera adeguata, esistono vari rimedi: prima di tutto, la disintossicazione di fegato, reni e sistema nervoso. Importante è la cura con la“ Zeolite che libera il corpo dalle tossine accumulate dovute a disordini alimentari, stress ambientale ed anche cure protratte con farmaci di sintesi. Un’altra depurazione efficace è quella che offre laTisana Essiac o di Renè Caisse,dal nome dell’infermiera che l’ha formulata. Una depurazione più leggera si può ottenere conTarassaco composto o con fungo CORDYCEPS o POLYPORUS, o BERGAMOTTO (estratto da frutto), NUTRI C, che aiutano la diuresi e sostengono fegato e gli organi emuntori. Poi si può aumentare la vitalità del sistema immunitario con l’assunzione di“ Echinacea composta", che rinforza l’organismo in caso di attacchi virali, raffreddori, influenze, bronchiti etc. oppure con l'Olio di Cocco Biologico, utile anche contro l’ipertensione e l’aumento di peso. In caso di tristezza e depressione ecco alcuni supporti che agiscono anche a livello emozionale: GORGONIOHERKULES o CELLFOOD SAMe. E’ indispensabile anche adeguare la propria alimentazione, assumendo nutrienti facilmente metabolizzabili, che non affaticano il fegato, come cavoli e barbabietole, ricchi di sali minerali, castagne, lesse o arrostite e frutta secca, come le noci e i datteri (ottimi anche per integrare l’alimentazione dei bambini) che sostengono le funzioni cerebrali e del sistema immunitario. Si può assumere anche  i “ Semi di Chia ", Salvia Hispanica, ricchi di Omega 3, magnesio, potassio, ferro, calcio, e antiossidanti,  utilissimi anche in caso di glicemia,  pressione oltre la norma e colesterolo alto.Interessanti sono anche le"Bacche di Goji", che proteggono l'organismo sottoposto a stress di qualunque genere. In caso di stati influenzali, raffreddore incluso, consigliamo il nostro estratto Eupinace C, con funzione antibiotica naturale e Aximagnesio dalle molteplici proprietà. Non va dimenticato AGIMIN il nostro Argento colloidale.Per la convalescenza post malattia consigliato DACARICA e PAPAYA a base di papaya fermentata ottimi per astenia e stress psicofisico

Altri nutrienti da tenere in considerazione, d’Autunno e non solo, sono gli integratori di Alga spirulina, composti d Vite rossa "con proprietà diuretiche, rinforzanti della circolazione periferica ed antireumatiche; le foglie di vite rossa arricchiscono anche l’acqua del bagno, in quanto ricche di sostanze antiossidanti: se ne mette una manciata in una garza chiusa a sacchetto e si lasciano un po’ di tempo nell’acqua della vasca: quando l’acqua è a temperatura ottimale, vi si immerge per una ventina di minuti. Poi, si può massaggiare l’epidermide  ancora umida con olio di mandorle dolci, per reidratarla.

Per chi si rattrista con il sopravvenire della stagione fredda, perdendo interesse per la vita quotidiana,  il Fiore di Bach più adatto è "Mustard" che contrasta la malinconia e predispone alla serenità; inoltre, "Walnut" giova ai meteoropatici, a chi soffre dei cambiamenti stagionali,  mentre Impatiens è adatto a chi si innervosisce nelle giornate ventilate.

L’ultimo consiglio è quello di sostituire lo zucchero comune con zucchero di canna VERO o ancora il malto di riso, che protegge le vie respiratorie, messe alla prova dal raffreddamento del clima, e che costituisce una gradevole novità culinaria, con il suo sapore particolare e la proprietà di non favorire l’aumento di peso. Anche la"Stevia" può sostituire lo zucchero nelle bevande: priva di glucosio e calorie, è adatta per i diabetici. Non di meno lo sciroppo d’agave o quello d’acero. Fate attenzione a non dolcificare o introdurre bevande o alimenti con aspartame o acesulfame K (file aspartame).

Non dimentichiamo un’occhiatina alla sezione cosmetici naturali dove i prodotti contengono solo sostanze 100% di origine naturale e biologiche. La pelle infatti è come una spugna e i prodotti con parabeni, petrolati, olii minerali etc. sono assorbiti e entrano in circolo creando o accentuando problemi della pelle (e non solo).

I dosaggi delle terapie naturali  non sono uniformemente validi per tutti, perché ogni persona ha una sua storia personale: è necessaria la personalizzazione ponderale di qualsiasi prodotto, che sia fitoterapeutico o no. I consigli di cui sopra sono da considerarsi semplicemente un elenco generico di supportii adeguati, che non sostituiscono la diagnosi e le cure mediche prescritte 

Per consigli personalizzati su problemi, dubbi, prodotti, ricette, è sempre attiva la “linea Help”: mandando una mail a"info@erboristeriasauro.it" esponendo le problematiche che vi affliggono, potrete ricevere consigli e suggerimenti da parte del nostro staff a disposizione gratuitamente per chiunque ne abbia necessità.  

Vi consigliamo di restare aggiornati attraverso questo utilissimo sito: 

http://www.informasalus.it/it/articoli/malattie-infettive-invernali.php 

Che dire ancora? Buon autunno e buona vita a tutti!

 

GDPR - INFORMATIVA PRIVACY  

 

Prodotti in primo piano

Risparmia 14%
13,90 11,90
Risparmia 30%
16,40 11,50

Libri e approfondimento

LE 5 LEGGI BIOLOGICHE scoperte dal Dott. Hamer

Con le scoperte del dr. Hamer abbiamo oggi degli elementi estremamente precisi per valutare quello che sta succedendo nelle nostre emozioni e nel nostro organismo.

  1. La "malattia" inizia a partire da uno shock biologico, la DHS (Sindrome di Dirk Hamer), che attiva all'istante nel nostro organismo un programma speciale, biologico e sensato (SBS). A seconda del tipo di "sentito biologico" o "contenuto conflittuale" che una persona percepisce nell'istante della DHS, si attiva unprogramma speciale che è adeguato a far fronte al tipo di evento inaspettato vissuto dalla persona e che si manifesta sia nell'area cerebrale corrispondente, sia nell'organo innervato da questa area.
  2. Questo programma speciale, una volta iniziato, ci mette sensatamente in uno stato di allerta, il conflitto è attivo (fase simpaticotonica) e termina solo con la soluzione del conflitto. Segue quindi la fase vagotonica di riparazione. Per questo il programma speciale viene definito bifasico (a patto che si arrivi a soluzione del conflitto).
  3. A seconda di quale area cerebrale si sia attivata, avremo quindi a livello organico due modalità di comportamento completamente diverse. Se l'area attivata (Focolaio di Hamer) si trova nel paleoencefalo(tronco cerebrale e cervelletto) avremo crescita cellulare nella fase di conflitto attivo. Al contrario se l'area attivata si trova nel neoencefalo (midollo cerebrale e corteccia) avremo crescita cellulare unicamente nella fase di soluzione.
  4. I microbi non sono la causa delle "malattie", bensì i nostri aiutanti, guidati dal cervello e simbionti per ogni singolo tessuto.
  5. Come ci ricorda la quinta Legge Biologica, tutti questi processi sono stati inseriti in milioni e milioni di anni durante la nostra evoluzione e sono quindi assolutamente sensati. In effetti, non c'è più nulla che accade nel corpo che possa ancora essere considerato "maligno" o "benigno", ma si tratta unicamente di processi utili per la sopravvivenza dell'individuo e della specie.

Tutti i punti sopra menzionati sono assolutamente verificabili da chiunque, che sia medico o profano in medicina, disposto ad approfondire queste conoscenze con semplice e autentico spirito scientifico.

 LE 5 LEGGI BIOLOGICHE QUI

consigliamo questi libri per approfondire:

La medicina sottosopra - La malattia è un'altra cosa -  Grazie ancora dott. hamer - Il viaggio impossibile

Marchi