Attenzione Questo sito utilizza i cookie per fornire una migliore esperienza di navigazione. L'utilizzo di questo sito implica la tacita accettazione della nostra Informativa sui Cookie. CHIUDI
Cerca per produttore

Arnica montana fiori - Arnica montana L.

L'arnica, che va solo usata esternamente, è utile in caso di dolori e traumi muscolo-scheletrici, infiammazioni della pelle e punture di insetti.
15,00
Punti: 750 punti
7 articoli
+
Aggiungi alla lista dei desideri
  • Pinterest
Arnica montana è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Composite che cresce spontaneamente nelle regioni alpine e prealpine. 

I fiori, completamente gialli e a forma di margherita sono la parte utilizzata in fitoterapia in erboristeria.

Gli amanti della simbologia riconoscono nel loro colore l'energia dei raggi del sole. 

Fra gli altri rimedi naturali l'arnica si distingue infatti per la sua capacità di dare sollievo dal dolore con il suo effetto antinfiammatorio e di favorire la guarigione dai più diversi infortuni, da lividi ed ecchimosi alle distorsioni di cui si può essere vittima quando si pratica uno sport o anche semplicemente appoggiando distrattamente i piedi su una superficie sconnessa o instabile.

Non a caso secondo i consigli della tradizione i suoi impieghi includono la preparazione di infusi di fiori freschi per trattare con impacchi le infiammazioni, i foruncoli, le contusioni  e gli ematomi. L'unguento è stato utilizzato anche nel trattamento del Fuoco di Sant'Antonio.

PER UNA PREPARAZIONE CASALINGA 

Il fiore di colore giallo, che tecnicamente viene definito “capolino”, viene raccolto e lasciato asciugare all'ombra. I fiori non saranno pronti fino a che non saranno completamente essiccati.

Una tintura a base di arnica può essere preparata anche facendo macerare 10 grammi di fiori secche in un bicchiere d'alcool e acqua (30% alcool)  per 20 giorni, avendo cura di sbattere l'infuso una volta al giorno.

Il liquido che si ottiene dopo filtrazione del macerato deve essere conservato al buio e al bisogno può essere mescolato a glicerina e acqua (in rapporto 1:2:3) per ottenere una soluzione con cui fare impacchi sulla pelle non lesionata da piaghe o ferite cutanee.

ARNICA MONTANA NELLO SPORT

Questo rimedio è molto usato durante il primo soccorso nella pratica medica sportiva in quanto possiede proprietà terapeutiche contro i traumi diretti e indiretti. Ha infatti un’azione antidolorifica e antiedemigena su tutti i tipi di lesione traumatica e cura i sintomi correlati ad un trauma sportivo, tra i quali i più comuni sono:

  • senso di indolenzimento,
  • sensazione di ammaccatura
  • tensione muscolare
  • disturbi cardiaci
  • disturbi articolari
  • lividi, ematomi
  • stati febbrili dovuti ad un trauma fisico
  • stress emotivo che solitamente accompagna un grave trauma fisico

Nella Medicina Omeopatica (il prodotto è disponibile solo in farmacia) la preparazione Arnica montana può essere destinata sia all’uso interno sia all’uso esterno (topico): nel primo caso, si utilizza la tintura madre ottenuta con la pianta intera, nel secondo caso con la pianta priva della sua radice.
È considerato il rimedio traumatico per eccellenza, ottimo per curare ferite ed ecchimosi ma, se assunto per via orale, funge anche da cardiotonico. Agisce su varie aree dell’organismo per curare diversi disturbi, ecco quali:

  • muscoli: sensazione di indolenzimento e contusione con iperestesia al tatto e alla pressione;
  • apparato cardiocircolatorio: atonia delle pareti vasali con vasodilatazione ed essudazione capillare, diminuzione dell’aggregazione piastrinica con formazione di petecchie ed emorragie, disturbi anginosi e insufficienza cardiaca;
  • cute: ecchimosi, eruzioni cutanee e manifestazioni suppurative a disposizione spesso simmetrica;
  • cerebrale: congestione con torpore o perdita di coscienza, gravi shock psicofisici, delirio e spaventi;
  • apparato digerente: nei casi di nausea e vomito con sangue, flatulenza, alitosi ma anche mancanza di appetito, disgusto per carne e latte, grande sete. Il rimedio è usato anche per contrastare i tipici disturbi dovuti al mal d’auto e mal di mare.

    OMEOPATIA E COSTITUZIONI: IL TIPO ARNICA MONTANA

    Il tipico soggetto Arnica montana si identifica quindi con lo sportivo e, dal punto di vista psichico, ha le seguenti caratteristiche:

    • bisbetico
    • irritabile
    • triste
    • pieno di timore
    • pessimista
    • indifferente
    • poco stabile nelle decisioni
    • malinconico
    • scontroso
    • imbronciato
    • pletorico

    Dal punto di vista fisico si tratta di un soggetto con carnagione colorita, occhi scuri, dal portamento debilitato e flaccido. Ha prevalentemente una costituzione sulfurica, un temperamento sanguigno e una delle sue principali caratteristiche è quella di avere capillari che tendono a rompersi facilmente e a sanguinare nelle zone infiammate o traumatizzate.

     

    sintomi maggiormente avvertiti dal tipo Arnica montana sono: sensazione di indolenzimento ed estrema stanchezza che gli provocano depressione e misantropia. Un soggetto con queste patologie, soffre anche di insonnia e agitazione, soprattutto se è stato sottoposto ad una fatica intensa.

    Tali disturbi subiscono un peggioramento a seguito di urti, scosse, movimento repentino e freddo umido. Migliorano, al contrario, se il soggetto si mantiene a riposo, se assume una posizione supina a testa bassa e con applicazioni calde.

ULTERIORI INFO QUI: MEDICINA VETERINARIA

Quanto riportato, è tratto da materiale di libera consultazione sul Web. Il Laboratorio d’Erbe Sauro non è responsabile della diffusione di informazioni che si rivelassero non rispondenti a verità o dell’uso improprio dei prodotti menzionati. Pertanto, la letteratura di cui sopra è da intendersi come approfondimento culturale: non sostituisce la diagnosi del medico, che si consiglia di consultare sempre, prima dell'assunzione di qualunque rimedio, soprattutto in presenza di patologie o disturbi contro i quali si stiano assumendo altri farmaci.

Nessuna denominazione INCI per questo prodotto